9.3 C
Campobasso
domenica, Marzo 3, 2024

Bonamico – Di Giacomo: bilancio positivo per la struttura commissariale

AperturaBonamico - Di Giacomo: bilancio positivo per la struttura commissariale

Se fosse una scommessa sportiva sarebbe una combo: un’abbinata. E la scommessa del combo commissariale composta dal titolare Marco Bonamico e dal suo vice e braccio destra, Ulisse Di Giacomo, è una scommessa vincente. Dalla ricomposizione della struttura, infatti, è evidente il cambio di passo e l’instaurazione di un clima di collaborazione e serenità in ambito sanitario. Una materia, la Sanità, dove l’intreccio tra Asrem, decisori politici, tavolo tecnico nazionale, Direzione generale e (per quel che resta) Consiglio regionale, fa apparire il labirinto di Cnosso un’autostrada dalla facile uscita. Un intreccio di nodi non semplice da sciogliere che però, uno ad uno, stanno venendo al pettine e quindi snodati. A partire dalla riduzione delle liste d’attesa per le quali la struttura ha disposto l’impegno del 3% del fondo sanitario Regionale, pari a 1milione e 800mila euro. Serviranno ad azzerare 60mila prestazioni ambulatoriali e cliniche rimaste ferme nelle liste e con grave pregiudizio per i cittadini. La somma, destinata alle strutture private, verrà nuovamente stanziata, con un possibile aumento, anche per il 2024. Riduzione dei tempi attraverso accordi con l’Università del Molise anche per le liste di attesa in Endocrinologia e Medicina sportiva.

Interventi importanti anche nella riorganizzazione della rete oncologica con attività ambulatoriale e posti letto negli Ospedali di Campobasso, Isernia e Termoli. Sul piano della prevenzione a novembre parte lo screening per il diabete mentre è già partita la campagna anti-influenzale, iniziativa che ha ricevuto il plauso dei medici di medicina generale per la fattiva collaborazione riscontrata.

Tra gli altri provvedimenti assunti in questi mesi ci sono da segnalare lo stanziamento di 700mila euro per progetti relativi all’autismo e il decreto di approvazione di progetti sanitari di contrasto alla povertà per complessivi 6milioni di euro. Sul piano amministrativo c’è da segnalare l’inquadramento del piano di fabbisogno del personale dell’Asrem e la riapprovazione dei tetti di spesa relativi ai contratti con le strutture private accreditate.

Ultima, ma non certo meno importante e dal valore simbolico significativo, la riapertura della Camera iperbarica a Larino.

Insomma, la combo Bonamico – Di Giacomo appare una buona scommessa.

Ultime Notizie