Ulteriori danni da maltempo a Trivento, Corallo torna a chiedere lo stato di calamità. Dopo l’evento del 10 giugno scorso, a distanza di 4 giorni si è verificato un violento nubifragio che ha colpito le contrade di Codacchio, Querciapiana, Sant’Aniello, Cerreto, Sterparo e località Boragne. I danni alle infrastrutture e all’agricoltura sono ingenti, “le fortissime piogge hanno reso impraticabuile numerose strade comunali, a servizio delle contrade, e di fatto alcune abitazioni sono rimaste isolate per ore – si riporta nella richiesta del sindaco Corallo – l’evento atmosferico ha provocato numerosi smottamenti amplificando il già noto fenomeno del dissesto idrogeologico”. Il sindaco Pasquale Corallo, come per la prima richiesta, ha inoltrato anche quest’ultima al Governo, alla’ettenzione dei Ministri competenti, Regione e Protezione civile.

Potrebbe interessanti anche:

Disabilità gravissima, il Comune di Trivento informa sull’avviso per il caregiver familiare

Disabilità gravissima, il Comune di Trivento informa sull’avviso per il caregiver familiar…