E’ stato il tema delle prossime elezioni regionali di giugno a tenere banco nel corso dell’ultima puntata di ingresso libero alla quale hanno partecipato il sindaco di Termoli, Francesco Roberti, l’avvocato Ottavio Balducci in rappresentanza del M5S e Francesco Totaro, segretario regionale di Leu.

Roberti, uno dei favoriti nel centrodestra alla candidatura a Presidente ella Regione, ha rimarcato la spinta al cambiamento proveniente dal Basso Molise, non una rivendicazione di campanile, ha detto, ma una legittima aspettativa.

Significativa l’apertura di Roberti nei confronti del terzo polo, la formazione di Carlo Calenda e Matteo Renzi che in Molise potrebbe accogliere figure di area centrista.

Da Ottavio Balducci del Mo5S arriva un NO secco all’ipotesi di primarie di coalizione che, seppur in via residuale, continua a reggere in casa PD, Quello che conta – dice – è allestire un programma comune di coalizione.

Per il segretario regionale di Liberi e Uguali, Francesco Totaro, non può essere il criterio territoriale a caratterizzare una coalizione ma la comune intesa politica. Per la candidatura alla presidenza, Totaro ribadisce quanto emerso dal tavolo del centrosinistra. Il candidato deve essere un politico e deve essere molisano.

Potrebbe interessanti anche:

Maria Luisa Forte sarà la candidata sindaco di Campobasso per la coalizione progressista

La coalizione progressista costituita da PD, M5S, Alleanza Verdi e Sinistra, Socialisti, M…