In Consiglio comunale a Campobasso l’assessore al Bilancio Giuseppina Panichella ha presentato lo schema del Bilancio di previsione finanziario per il triennio 2023/2025.

“La principale soddisfazione – ha  esordito l’esponente della Giunta – è quella di avere mantenuto in sicurezza i conti senza aumentare la pressione sui cittadini e con la consapevolezza che quanto è in programma potrà ora essere realizzato. Ci sono risorse importanti da investire e da utilizzare per rilanciare l’economia della città.  Sono stati confermati i capisaldi che hanno caratterizzato le nostre precedenti manovre finanziarie e vale a dire: nessun taglio ai servizi erogati dall’Ente, razionalizzazione delle spese, con aumento di quelle dedicate al comparto sociale, conferma della lotta all’evasione fiscale, programmazione risorse su investimenti in opere e lavori pubblici”. Nell’anno in corso sono previste 50 assunzioni a tempo indeterminato che riguardano diverse figure professionali.

“Inoltre – ha proseguito la Panichella -, nel nostro bilancio c’è l’impegno nel sostenere politiche e interventi concreti in risposta delle esigenze di bambini, famiglie e persone fragili. Non sono previsti tagli sulla spesa sociale e sui servizi, ma anzi un rafforzamento, tenendo conto delle difficoltà delle famiglie”. Per i Diritti sociali, politiche sociali e famiglia ci saranno quasi 14 milioni di euro, di cui gli importi di spesa corrente più rilevanti sono: 110mila euro per il servizio assistenza disabili, 30mila euro per le spese per integrazione rette di ricovero disabili, 30mila euro per spese per rette di ricovero anziani, 700mila euro per assistenza minori soggetti a provvedimenti autorità giudiziaria, 470mila euro per spese per progetti sezione primavera negli asilo nido. Sono stati incrementati (28mila euro) i contributi concessi ai centri sociali. Innalzato di 20mila euro il finanziamento per soccorso civile, protezione civile e interventi per la pubblica incolumità, e incrementato di 50mila euro il fondo per la manutenzione del verde.

“Sottolineo – ha concluso l’assessore – come abbiamo previsto un fondo di riserva pari 506mila euro e un fondo crediti di dubbia esigibilità di 2 milioni e 269mila euro, rispetto al 2022 quando era di 5 milioni e 393mila euro. Questo significa che è stato migliorato notevolmente l’incasso delle entrate. Altro dato importante è il Fondo di garanzia dei debiti commerciali di 363mila euro rispetto ai circa 700mila del 2022, questo è dovuto al miglioramento nella tempistica dei pagamenti ai fornitori”.

Potrebbe interessanti anche:

Colletorto: morto dopo il vaccino anti-Covid, scatta l’indennizzo

I primi sintomi si erano presentati subito dopo la dose di vaccino. L’uomo di 72 ann…