“Finora si è perso fin troppo tempo: bisogna sbloccare al più presto la più importante vertenza viaria del territorio molisano”. Così il capogruppo del Movimento 5 Stelle in Molise Andrea Greco a proposito della mozione approvata all’unanimità nell’ultima riunione del Consiglio regionale che impegna il presidente Toma e l’intera assemblea regionale a formalizzare il passaggio dell’arteria sulla quale si trova il viadotto ‘Sente-Longo’ ad Anas e assicurare la riapertura, anche parziale, dell’infrastruttura, anello di congiunzione tra l’alto Molise e numerosi centri dell’Abruzzo. Il ponte è chiuso dal 2018 con pesanti disagi e danni economici per gli abitanti abruzzesi e molisani di quell’area.  “Da parte nostra – evidenzia Greco – non mancherà mai l’impegno sull’argomento. Lo abbiamo già dimostrato in passato con il reperimento di 2 milioni di euro (Decreto Genova), fondi che non sono stati utilizzati nei modi e nei tempi giusti, oltre che con i numerosi Tavoli tecnici organizzati presso il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e l’Anas. Senza contare poi gli incontri promossi con residenti e amministrazioni locali.  Oggi però – aggiunge l’esponente 5 Stelle – il maggior responsabile delle infrastrutture è il ministro Matteo Salvini, che ha come suo consulente giuridico Michele Marone, già assessore in quota Lega con Toma. Sono loro che potrebbero risolvere il problema proseguendo il lavoro che abbiamo iniziato. Ma sembra evidente che siano totalmente disinteressati a quest’area della regione”.

Potrebbe interessanti anche:

Il programma dell’associazione culturale “La storia di Serafino” di Trivento per ricordare Cristiano Paparella

Il programma dell’associazione culturale “La storia di Serafino” di Trivento per ricordare…