Radioterapia. Per la prima volta parla Francesco Deodato, direttore del reparto presso il Gemelli Molise. Solo due giorni fa l’adozione di un protocollo da parte dell’Asrem che individua nell’Ospedale Cardarelli il centro unico prescrittore delle terapie e impone alla struttura privata l’autorizzazione preventiva per i piani di trattamento da erogare ai pazienti. Sono proprio questi ultimi, dice il dott. Deodato, a risentire delle conseguenze di un approccio burocratico a questioni cliniche e mediche complesse.

Da parte del dott. Deodato arriva anche un chiarimento sul tema delle schermature, uno dei temi che dividono Struttura commissariale e Gemelli. La vicenda, dice il direttore del reparto, va inquadrata alla luce evoluzione tecnico scientifica dei trattamenti.

A Parlare è anche Stefano Petracca, amministratore di Gemelli Molise. Il nostro punto di riferimento sono i pazienti – dice – e Continuiamo a garantire tutte le prestazioni in continuità, nonostante norme che non condividiamo.

Potrebbe interessanti anche:

PNRR sport e inclusione, “Parco giochi fitness all’aperto”: concesso un contributo di 21 mila euro ai comuni di Limosano e Torella del Sannio

PNRR sport e inclusione, “Parco giochi fitness all’aperto”: concesso un contributo di 21 m…