36.6 C
Campobasso
giovedì, Giugno 20, 2024

Elezioni: nessun ricorso al Consiglio di Stato a Castelbotaccio e Montefalcone

CronacaElezioni: nessun ricorso al Consiglio di Stato a Castelbotaccio e Montefalcone

Diventano definitivi i verdetti emessi dal Tar Molise nelle settimane scorse sui ricorsi elettorali per le ultime Amministrative di Castelbottaccio e Montefalcone. In entrambi i casi infatti gli schieramenti usciti sconfitti davanti ai giudici amministrativi hanno deciso di rinunciare al ricorso al Consiglio di Stato. Gli scenari che si aprono ora però sono diversi nei due comuni. A Castelbottaccio l’ex sindaco Nicola Marrone ha deciso di accettare il verdetto e dunque Mario Disertore guiderà il paese nei prossimi anni. La sfida tra i due, la scorsa primavera, era finita in parità al primo turno ed era stato necessario il ballottaggio al termine del quale era stato confermato sindaco proprio l’uscente Nicola Marrone. I giudici del Tar poi hanno però dichiarato valida una scheda del primo turno che era invece stata annullata al seggio. Ridando validità alla scheda in questione il risultato del primo turno è stato corretto con un voto in più per Mario Disertore che quindi è stato dichiarato vincitore. A Montefalcone del Sannio invece la partita è ancora da giocare. Qui a primavera era stato eletto sindaco Fabio Pasciullo con un solo voto di vantaggio sull’altra candidata alla carica di primo cittadino, Gilda Del Borrello. Successivamente i giudici amministrativi hanno assegnato un voto in più proprio alla lista di Del Borrello e dunque il nuovo risultato elettorale è di perfetta parità tra le due liste che hanno entrambe ottenuto 535 voti. Per effetto del verdetto del Tar la Prefettura ha nominato nei giorni scorsi per Montefalcone un commissario prefettizio che guiderà il paese fino al turno di ballottaggio. Lo schieramento di Pasciullo ha deciso di non ricorrere al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar, ma ha scritto al Prefetto, al Commissario e al ministro dell’Interno per sollecitare lo svolgimento del secondo turno. Gli esponenti della lista affermano che “così come prevede la legge il ballottaggio deve svolgersi il prima possibile” e dunque senza aspettare il prossimo turno di Amministrative che in Italia si svolgerà a primavera inoltrata.

Ultime Notizie