Campitello Matese letteralmente preso d’assalto. Migliaia di persone si sono riversate sul pianoro e sulle piste da sci, dal Molise ma non solo.
Finalmente si scia per chi ha raggiunto la località. Grandi e piccini sulle piste.
Funivie in funzione e piene, c’è chi si diverte con i bob, chi con lo snownoard. E c’è anche chi fa divertire il proprio cane. C’è lavoro per gli addetti alla sicurezza e per i maestri di sci.
Impianti tutti in funzione e file alla biglietteria e per il noleggio attrezzature. Anche per i prossimi giorni tante le prenotazioni, fanno sapere da Matese Ski, società di gestione.
Operatori turistici (ristoranti, bar e alberghi) al lavoro, anche se le limitazioni al traffico sulla provinciale 106 per rischio slavine, spiegano gli stessi operatori hanno creato danni economici al settore. Limitazioni da loro non condivise. Si sono riuniti in comitato dando mandato all’avvocato Iacovino di rappresentarli.
La Provinciale riaperta al transito alle 9;30. Già macchine in fila per salire di prima mattina. Chiusura di nuovo per la sera dalle 17:30. Fortunati coloro che sono riusciti ad arrivare presto a Campitello, perché a metà mattinata la fila di pullman parcheggiati era lunghissima e le code di macchine chilometriche per salire. Gran lavoro per ausiliari del traffico, carabinieri e polizia. Diversi e notevoli i disagi anche per scendere. C’è chi ha parcheggiato a chilometri di distanza, chi si è fermato prima delle piste, pur di godersi la neve con la famiglia ma anche chi non si è lasciato scoraggiare, arrivando da lontano. Qualcuno, amareggiato per la lunghissima attesta si è girato ed è tornato indietro. Parcheggi pieni sul pianoro e qualcuno non sa se a pagamento, mancando, sostiene, la segnaletica appropriata.
Insomma, a Campitello la neve c’è e la stagione è partita, ma, la richiesta degli operatori e dei turisti, è quella di organizzarsi al meglio per superare i disagi.

Potrebbe interessanti anche:

Colletorto: morto dopo il vaccino anti-Covid, scatta l’indennizzo

I primi sintomi si erano presentati subito dopo la dose di vaccino. L’uomo di 72 ann…