Marcia di avvicinamento alla quarta giornata del girone di ritorno. In anticipo il Campobasso ospite del Sesto Campano, i lupi tornano in campo dopo lo stop forzato dovuto alle precipitazioni nevose. Calendario intenso per la squadra di mister Di Meo, domani la sfida ai sestesi, a seguire il recupero contro il Castel di Sangro, infine domenica 5 febbraio la finalissima di coppa Italia. Inutile evidenziare che l’obbiettivo è vincere, riacquistare la leadership con i prossimi due turni di campionato e portare a casa il titolo tricolore sul sintetico di Venafro, contro l’Aurora Alto Casertano. La squadra ha potuto svolgere tranquillamente le sedute atletiche agli ordini dello staff tecnico, a Selvapiana i rossoblu rientreranno tra venti giorni nella sfida contro il Bojano. Fase calda della stagione, un ossimoro se paragonato alle gelide temperature di questi giorni. Il momento è assolutamente decisivo, si assegna il primo titolo con la coppa Italia e a metà febbraio è in programma la sfida Isernia – Campobasso che può assegnare la serie D. Sesto Campano a quota 29 punti, appena a ridosso dei play off, una realtà consolidata, un avversario sempre ostico da affrontare come dimostrato domenica scorsa nella sfida con l’Isernia.

Proprio i biancocelesti saranno ospiti del Bojano, una trasferta insidiosa, anche per via di un campo di gioco sicuramente allentato dalle precipitazioni degli ultimi giorni. I matesini, al Colalillo in particolare, sono un avversario da prendere con le molle, attesa una gara difficile, fisica, giocata sulle seconde palle. Servirà un’Isernia pronta a sporcarsi le mani per mantenere la vetta della classifica in attesa del recupero del Campobasso. Sul torneo, ieri pomeriggio il Campomarino tra le mura amiche ha superato il Gambatesa con il finale di 4 a 1. Ottima affermazione per gli uomini di Tanga che salgono al quarto posto in classifica in compagnia del Venafro. Le reti sono state messe a segno da Falco, Montechiari, Finizio e Santoro, per i biancoverdi ha realizzato Recchia. Il Gambatesa resta al penultimo posto, nonostante un buon mercato invernale resta difficile agganciare la zona play out distante nove lunghezze.

Potrebbe interessanti anche:

Nuoto, H2 O Sport, arrivano soddisfazioni anche dai Master. I campionati regionali regalano tante medaglie.

L’ultimo è stato un weekend ampiamente positivo anche per la squadra Master dell’H2O Sport…