Una task force di 10 persone arrivata dal Ministero della Salute per un’ispezione che riguarda l’intero sistema sanitario regionale. A chiedere l’intervento, alcune settimane addietro, era stato lo stesso presidente della regione e commissario ad acta Toma che aveva fatto presente proprio in sede ministeriale la necessità di una ricognizione effettiva da parte di un soggetto terzo delle tante criticità del sistema sanitario regionale e una radiografia il quanto più precisa possibile in vista della programmazione futura. Insomma, una sorta di ispezione decisa dal Ministero della Salute ma di concerto con la struttura commissariale. E’ questa la lettura da dare all’iniziativa che si svilupperà nei prossimi giorni.

Sin dal suo insediamento nella veste di Commissario Toma aveva fatto presente la necessità di dotarsi di una struttura qualificata che potessero supportare sul piano tecnico l’opera di ristrutturazione del sistema sanitario regionale. Si inserisce quindi da oggi una nuova variabile nel già complesso quadro che vede la Sanità molisana oggetto di critiche sia sul versante pubblico privato sia sulle scelte di fondo contenute nel Programma operativo sanitario 2022/2024.

Gli ispettori ministeriali prenderanno quindi in esame l’intero comparto, a partire dalla rete ospedaliera alla gestione dei conti e delle risorse, alla interlocuzione con la struttura commissariale. Una iniziativa a suo tempo richiesta da Toma ma giunta a sorpresa in Regione.

Potrebbe interessanti anche:

Offriva servizi streaming a prezzi stracciati, a processo 37enne iserinino

Offriva in maniera fraudolenta servizi di streaming a prezzi stracciati. Sarebbe questa l’…