Un corteo silenzioso, senza simboli politici, ma solo bandiere arcobaleno. Campobasso in marcia per la pace, per dire no alla guerra che sta insanguinando il cuore dell’Europa. L’appello lanciato dalla Diocesi di Campobasso-Bojano a manifestare contro la cultura della morte. Il raduno, davanti alla chiesa di San Francesco, poi, il corteo ha attraversato le vie della città per arrivare in piazza Vittorio Emanuele. Complice anche il tempo, insolitamente mite per il periodo, alla manifestazione hanno risposto in tanti: cittadini, gruppi scout, scuole, associazioni. Tutti uniti nel riaffermare la necessità del dialogo, della diplomazia per la soluzione del conflitto in Ucraina. In testa al corteo il vescovo Bregantini. Ma c’erano anche il sindaco di Campobasso Gravina, il segretario regionale della Cgil, De Socio, associazioni, gruppi Scout, le scuole e tante gente comune. Tutti insieme per dire no alla guerra, a tutte le guerre e marciare verso un mondo migliore, dove prevalga sempre e comunque la pace.

Potrebbe interessanti anche:

Il programma dell’associazione culturale “La storia di Serafino” di Trivento per ricordare Cristiano Paparella

Il programma dell’associazione culturale “La storia di Serafino” di Trivento per ricordare…