Di seguito la lettera di saluto del nuovo prefetto di Campobasso, Michela Lattarulo che si insedia domani, lunedì 8 gennaio: “Nell’assumere le funzioni di Prefetto della provincia di Campobasso, mi è gradito rivolgere il più vivo e cordiale saluto alla Cittadinanza, alle Autorità civili, militari e religiose, all’Autorità giudiziaria, agli Amministratori regionali e locali, agli appartenenti alle Forze dell’Ordine e del Soccorso, alle Rappresentanze politiche, alle Organizzazioni sindacali e di categoria, ai Rappresentanti del mondo dell’istruzione, della formazione e della cultura, alle Associazioni di volontariato, agli Organi di informazione.  Inizio questa nuova e stimolante esperienza professionale ed umana confidando di poter contare sul prezioso contributo di una popolazione forte e laboriosa. Sono particolarmente lieta di essere stata chiamata ad operare, al servizio e nell’interesse del bene comune, in una Terra che vanta un patrimonio di valori autentici e di tradizioni, nonché di bellezze naturali incontaminate. Ho la piena consapevolezza che in questo momento particolarmente difficile e di tangibile disagio per famiglie e imprese, duramente provate dalla crisi pandemica ed economica, sia assolutamente indispensabile proseguire e, se possibile, intensificare il dialogo tra le Istituzioni e con la società civile, facendo sentire in ogni momento la presenza e la vicinanza della Prefettura alla popolazione tutta e, in special modo, alle fasce più deboli e bisognose. Allo stesso modo, non mancherò di profondere il mio incondizionato impegno nell’esercitare al meglio le funzioni che l’ordinamento mi attribuisce al fine di garantire sicurezza e legalità a salvaguardia dell’ordinato vivere civile.  Con questi sentimenti, sono certa di poter condividere con tutti Voi ogni proficuo e fecondo risultato a beneficio della Comunità della provincia di Campobasso”.

Potrebbe interessanti anche:

Castelverrino, Carabinieri scoprono piccola piantagione di cannabis sul terrazzo di una casa: segnalato un giovane

La passione per la coltivazione della cannabis è costata cara ad un residente altomolisano…