Un’atmosfera magica, le grotte arenarie, 10mila anni di storia, hanno accolto migliaia di visitatori: un contesto suggestivo, frutto di un lavoro duro iniziato in estate. La 39esima edizione del presepe vivente di Montenero ha lasciato il segno. Oltre 100 figuranti, altrettante persone coinvolte nell’organizzazione, 28 scene. Uno straordinario risultato apprezzato soprattutto dalla gente.

Instancabili i volontari della pro loco frentana, assiduo l’impegno delle associazioni di Montenero, in un lavoro di squadra. L’amministrazione comunale ha puntato molto su questo evento. Passione e determinazione gli ingredienti fondamentali. Si replica 1, 6 e 7 gennaio.

Potrebbe interessanti anche:

Offriva servizi streaming a prezzi stracciati, a processo 37enne iserinino

Offriva in maniera fraudolenta servizi di streaming a prezzi stracciati. Sarebbe questa l’…