Giro di boa nel campionato d’eccellenza, fine del girone d’andata, sosta natalizia e ripresa prevista nel week end 7/8 gennaio. Quindici giornate in archivio, compresa buona parte della coppa Italia, per la manifestazione tricolore restano da giocare la semifinale di ritorno mercoledì 11 gennaio, e la finalissima in programma domenica 5 febbraio. Il campionato ha rispettato i pronostici della vigilia, Campobasso e Isernia sono in lotta fianco a fianco per cercare il salto in serie D. I lupi, scottati dalle vicende estive, sono rinati sotto l’egida di Matt Rizzetta, che ha affidato la costruzione del Campobasso al duo De Filippis – Di Meo. Una rosa ampia, forse anche troppo per il campionato da affrontare, tutti successi ed una sola sconfitta per mano dell’Aurora Alto Casertano. Oggi la squadra, rafforzata dal mercato dicembrino, è al comando con due lunghezze di vantaggio sull’Isernia, un duello che, salvo sorpresa, proseguirà almeno sino al big match della sesta di ritorno, domenica 19 febbraio, da giocare al Lancellotta. La vicecapolista ci crede, i biancocelesti puntano ad arrivare alla sfida dell’anno al massimo con lo svantaggio attuale di due punti. Diversi cambiamenti nel mercato dicembrino, sono arrivati ottimi giocatori ma sono partiti anche senior che da anni giocavano con la casacca isernina come Panico, Pettrone e Di Lullo. Detto questo, appare quasi scontato che nella super sfida ci sarà in palio l’accesso alla serie D.

l’Isernia

Ll’Aurora Alto Casertano ha ormai definitivamente perso il treno per la quarta serie. Il meno dieci dal Campobasso è una vetta impossibile da scalare, anzi ad oggi i play off sono a rischio considerato che le due battistrada viaggiano con un passo diverso e si potrebbe attivare lo sbarramento al termine della stagione. Vogliono continuare a sorprendere anche nel 2023 il Campomarino e la Turris, vere sorprese di questa prima parte di stagione. In zona salvezza frattura netta, con le ultime due Campodipietra e Gambatesa destinate, salvo rimonte clamorose, alla retrocessione, la Virtus Gioiese è in crisi nera con la serie, attualmente in corso, di dieci sconfitte consecutive. Ottima la ripresa dell’Olympia Agnonese, il Bojano si attesta a centro classifica distante dalla zona play out, in risalita anche il Castel di Sangro con la società che sta investendo in questa finestra invernale di calcio mercato per mantenere la categoria.

Potrebbe interessanti anche:

Kick Boxing: Cus Molise, trasferta in Norvegia per Amatuzio

Il Cus Molise vola in Norvegia con la specialità della kick boxing. A rappresentarlo cR…