17.1 C
Campobasso
sabato, Aprile 13, 2024

Sanità, il Gemelli replica a Toma: “Numeri alla mano, respingiamo le accuse”

AperturaSanità, il Gemelli replica a Toma: "Numeri alla mano, respingiamo le accuse"

Nota stampa di precisazione del Gemelli Molise in merito alle dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal Commissario Ad Acta Donato Toma. “Appare oltremodo singolare apprendere dagli organi di informazione di presunte irregolarità che riguarderebbero la nostra struttura – si legge nel documento -, ci saremmo aspettati da un alto rappresentante delle Istituzioni un approccio sicuramente diverso, caratterizzato dal confronto, condivisione e trasparenza. Nell’attesa di esaminare la Relazione Agenas che, tuttavia, il Commissario si è ben guardato dal rendere pubblica, trincerandosi dietro il presunto vaglio di organi deputati, anch’essi non menzionati, Gemelli Molise, sottaciuta ed unica destinataria delle dichiarazioni rilasciate dal Commissario intende replicarvi brevemente. Al fine di dirimere dubbi sull’aumento delle prestazioni di Radioterapia, la cui crescita è stata definita dal Commissario ad Acta anomala ed esponenziale, forniamo i dati reali: il numero dei pazienti trattati è in costante e graduale crescita dal 2016. Negli ultimi anni, dunque, il numero dei pazienti affetti dalle gravi patologie oncologiche è cresciuto in maniera drammatica. Per tale ragione, per soddisfare la crescente domanda di salute e in considerazione della circostanza che la Struttura è unico riferimento radioterapico della Regione e per molte zone limitrofe, la stessa ha sostituito, dal 2018, due acceleratori lineari di radioterapia per garantire prestazioni sempre più efficienti e assicurando cure sempre più performanti a tutela della salute dei pazienti. Peraltro anche durante gli anni di pandemia l’UOC di Radioterapia – prosegue la nota – ha continuato a operare regolarmente, effettuando l’attività clinica senza alcuna interruzione e assicurando i necessari livelli di assistenza anche a fronte di un notevole incremento della complessità dei trattamenti effettuati”.

“Le parole del Commissario – conclude la nota – sono accuse rivolte all’indirizzo di questa struttura che, Gemelli Molise respinge con decisione, tanto più in considerazione del fatto che, trincerandosi dietro la Relazione Agenas, il Commissario si è sottratto ad ogni legittimo e doveroso contraddittorio con la struttura. A tal fine Gemelli Molise ha inoltrato oggi apposita istanza d’accesso agli atti per ottenere copia della relazione Agenas e di ogni altro utile documento. All’esito dell’acquisizione di tale documentazione la Struttura adotterà ogni più opportuna azione a tutela degli interessi dei pazienti e della propria reputazione”.

Ultime Notizie