Deve scontare una condanna a sei anni di carcere, per questo i carabinieri di Bojano hanno arrestato un 47enne del posto che hanno ribattezzato “il re del falso”. Il curriculum dell’uomo muove i primi passi nel 2005, quando a Roma iniziano ad essere falsificati i primi documenti, per proseguire poi per tutti i 17 anni successivi, fino ai giorni scorsi, quando il 47enne è stato prelavato dai militari nella sua abitazione per eseguire l’ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Isernia. Si trova ora nel carcere di Campobasso dove dovrà rimanere fino al 2028. Tra i reati commessi dall’uomo negli anni i più ricorrenti sono stati la  falsità materiale in atti pubblici e quella commessa in atti privati. Ci sono poi la falsificazione di monete e di valori bollati.

Potrebbe interessanti anche:

La Caritas di Trivento in soccorso ai terremotati della Turchia e Siria. Stanziati 5 mila euro e avviata la raccolta fondi

La Caritas di Trivento in soccorso ai terremotati della Turchia e Siria. Stanziati 5 mila …