Prima mini-fuga della stagione. La vittoria nello scontro diretto contro il Trastevere ha permesso al Pineto di consolidare la vetta della classifica. Una vera e propria dimostrazione di forza della squadra abruzzese che, dopo essere passata in svantaggio, ha ribaltato la contesa con tre reti tutte realizzate nel secondo tempo. Il Pineto ha così allungato a +4 il vantaggio sul Trastevere e sulla Vigor Senigallia. Quest’ultima ha conquistato il bottino pieno a discapito del Vastogirardi. Una sconfitta completamente immeritata per Ruggieri e compagni che si è materializzata a tre minuti dal 90esimo con un calcio di rigore di Pesaresi. Un episodio che ha lasciato moltissimi dubbi, veementi le proteste degli alto molisani considerando che l’attaccante marchigiano era già in caduta prima del contatto. Peccato perché nel primo tempo gli uomini di Coletti hanno creato diverse situazioni pericolose, compresi due gol annullati per fuorigioco a Lorusso. È necessario voltare subito pagina, tre partite prima della sosta natalizia. Obiettivo è quello di chiudere il girone di andata con più punti possibili. Tutti arruolabili, nessun squalificato, domenica al Di Tella arriverà una Sambenedettese ferita dalla sconfitta interna contro il Matese.

il Matese

Colpaccio di giornata al Riviera delle Palme per i bianco verdi al termine di una partita in cui è successo di tutto, veementi le protesta della dirigenza della Samb inferocita per la direzione arbitrale. L’episodio contestato è quello del gol partita messo a segno da Langellotti, una situazione di gioco non semplice da valutare ma con la nostra moviola abbiamo dimostrato la regolarità della marcatura. Nel finale di partita, inoltre, la squadra di casa ha avuto la possibilità di ristabilire la parità ma Cardella ha cestinato al lato un calcio di rigore. Il Matese dal canto suo continua il suo momento d’oro allungando la striscia positiva a nove risultati consecutivi, di cui sei vittorie e tre pareggi, in attesa del rientro della sua punta di diamante Vittorio Esposito. Squadra che è tornata a sudare nella giornata di ieri per preparare la gara interna contro il Montegiorgio. Domani pomeriggio amichevole contro la primavera del Napoli, un test di spessore per mettere intensità e preparare il match di domenica.

Continua il tabù prima vittoria per il Termoli, ultimo in classifica a quota 8 punti. I rumors di un possibile cambio ai vertici della società e la spaccatura tra il presidente Montaquila e il mondo giallorosso, senza dubbio, non contribuiscono alla serenità della squadra. Domenica è arrivata la sconfitta contro il Cynthialbalonga per due a zero, da segnalare il primo gol realizzato dal molisano doc Andrea Sivilla originario di Guglionesi. In campo per il Termoli si sono visti anche i nuovi arrivati, il portiere Lombardo classe 99 ex Aversa da inizio partita e dalla panchina l’attaccante serbo ex Gravina Dragutinovic e l’under ex Aurora Casertano Abitino. Nota positiva è stato anche il rientro in campo del bomber Edoardo Defendi dopo la frattura del setto nasale riportata alcune giornate fa. Il calendario prevede due partite tra le mura amiche (Chieti e Nuova Florida) ed una fuori (Notaresco) prima del rompete le righe natalizio. Tre partite fondamentali contro avversari che veleggiano nella parte medio bassa della classifica, il Termoli dovrà recuperare compattezza e cercare di ottenere più punti possibili se vuole avere ancora speranze di salvezza diretta.

Potrebbe interessanti anche:

Calcio a 5, Cln Cus Molise, l’under 19 conquista il derby con lo Sporting Venafro

SPORTING VENAFRO 2 CLN CUS MOLISE 10 (primo tempo 1-6) Sporting  Venafro: Pascale, Fetta, …