Assolti perché il fatto non sussiste dal Tribunale di Viterbo Carlo e Sandra Marcucci di Isernia. Padre e figlia, appartenenti a una delle famiglie più conosciute in Molise, soprattutto a Isernia, erano imputati per il reato di peculato con l’accusa di aver sottratto denaro a Enti pubblici approfittando della loro posizione da titolari di Esattorie spa. La difesa è stata affidata all’avvocato Manlio Morcella del Foro di Terni e il giudice ha stabilito che nessun reato di alcun genere è stato commesso.

“Siamo sollevati per la sentenza – hanno detto i Marcucci – ma resta l’amarezza per un’azienda che è stata costretta a chiudere, causando la perdita di numerosi posti di lavoro”.

 

Potrebbe interessanti anche:

La Caritas di Trivento in soccorso ai terremotati della Turchia e Siria. Stanziati 5 mila euro e avviata la raccolta fondi

La Caritas di Trivento in soccorso ai terremotati della Turchia e Siria. Stanziati 5 mila …