I carabinieri di Sepino nel fine settimana appena trascorso, nelle attività di contrasto ai furti nelle abitazioni, hanno fermato ad un posto di blocco un’auto con a bordo moglie e marito di origini romene, ma da anni residenti in Italia. La donna era ricercata perché doveva scontare una condanna a 4 anni di carcere per un tentativo di estorsione e una rapina commessi a Isernia nel 2011. Si trova ora nel carcere di Benevento.

Sempre nel fine settimana i carabinieri di Trivento, allo svincolo del paese sulla Trignina, hanno intimato l’alt ad un’altra auto con tre persone a bordo ma queste, alla vista dei militari, sono saltate fuori dal veicolo ancora in corsa scappando nei campi circostanti e sono riusciti a far perdere le loro tracce. L’auto era proveniente dal casertano. Dalla Campania arrivavano anche due uomini che sempre al bivio di Trivento sulla Trignina non si sono fermati a un posto di blocco scappando nei campi.

Un episodio analogo è accaduto infine anche a Sepino dove gli occupanti di un’auto non si sono fermati all’alt dei militari e poi sono scappati nelle campagne. Sulla loro macchina sono stati trovati ricetrasmittenti e oggetti solitamente utilizzati per forzare porte.

Potrebbe interessanti anche:

La Caritas di Trivento in soccorso ai terremotati della Turchia e Siria. Stanziati 5 mila euro e avviata la raccolta fondi

La Caritas di Trivento in soccorso ai terremotati della Turchia e Siria. Stanziati 5 mila …