Riceviamo e pubblichiamo la nota del consigliere comunale della Lega a Campobasso, Alberto Tramontano.

“Ciò che sta accadendo in Molise nel comparto sanità desta preoccupazione e sconcerto.

Non è pensabile che vengano messe in discussione le prestazioni di due assolute eccellenze: il Neuromed e il Gemelli.

Non è accettabile che tanti nostri concittadini, bisognosi di cure che la sanità pubblica non garantisce, siano costretti ad uno stato di smarrimento e disperazione.

Il Presidente della Regione Molise Donato Toma, per anni ha sbandierato l’impossibilità di dare risposte perché era impotente rispetto alla struttura commissariale.

Ha poi ottenuto la nomina a Commissario alla sanità e ci si aspettava un cambio di marcia, che non è arrivato: prima la responsabilità era del Commissario “straniero”, ora la responsabilità è del Governo centrale, che pone limitazioni alla struttura commissariale guidata da Donato Toma.

Delle due, l’una: sbagliava il Presidente della Regione Molise Donato Toma o sbaglia il Commissario alla Sanità Donato Toma?

Ma Toma, Governatore e Commissario alla sanità, pare si stia limitando ad operazioni ragionieristiche che non garantiscono risposte ai cittadini molisani, bisognosi di cure mediche di qualità.
Neuromed e Gemelli sono percepiti dai molisani, e non solo, come presidii sanitari di eccellenza, da cui ricevono assistenza e risposte che il comparto pubblico non garantisce.

Entrare in conflitto con Neuromed e Gemelli potrebbe produrre effetti inimmaginabili.

In una condizione normale, non inquinata da retropensieri e strategie assurde, ci si spenderebbe nel sostenere la sanità privata convenzionata d’eccellenza (come accade in svariate regioni italiane), che garantisce assistenza e cura di qualità a migliaia di molisani.

In una regione normale, governata in modo normale, due eccellenze come Neuromed e Gemelli sarebbero presentate, nel mondo intero, come modelli di buona sanità e non avversate con motivazioni che i cittadini/utenti non comprendono.
Ai cittadini molisani interessa ricevere cure e assistenza: a questa necessità deve dare risposte il Governatore/Commissario Donato Toma, partendo dalla valorizzazione delle eccellenze, pubbliche e private, presenti sul nostro territorio.

Neuromed e Gemelli non si toccano, questo è il sentimento delle persone normali: per cogliere però quasta percezione è necessario essere dotati di sensibilità umana e politica.

Purtroppo alcuni decisori, politici e tecnici, hanno come riferimento soltanto il proprio ego e il proprio tornaconto personale.
Ma i molisani, onesti e veri, non si arrendono.”

Potrebbe interessanti anche:

La Caritas di Trivento in soccorso ai terremotati della Turchia e Siria. Stanziati 5 mila euro e avviata la raccolta fondi

La Caritas di Trivento in soccorso ai terremotati della Turchia e Siria. Stanziati 5 mila …