Il Premio Nazionale Letterario “F. De Andrè” inizia a preparare la Giuria del concorso letterario: al padrino e giurato affezionato Vauro Senesi questa
IX edizione annuncia anche Giobbe Covatta nella giuria del concorso intitolato a Faber.

Noto attore, comico, scrittore ed autore di spettacoli teatrali, trasmissioni tv, libri, storie, Giobbe è anche un viaggiatore instancabile e attento testimone dei problemi dell’Africa. Infatti, grazie alla sua comicità unica e provocatoria riesce a catalizzare l’attenzione su tematiche spesso difficili come quelle delle diseguaglianze, della povertà, dell’ambiente, dell’infanzia, anche nella veste di testimonial per AMREF e Save the Children.

Il tema di questa edizione è tratto da “Andrea” del 1978 (coautore M. Bubola): (…) C’era scritto sul foglio ch’era morto sulla bandiera. C’era scritto e la firma era d’oro, era firma di re. Ucciso sui monti, di Trento, dalla mitraglia. (…). è tratta da “Andrea” (brano del 1978, di F. De André e M. Bubola). Si ispira alla Guerra degli uomini nel suo orrore di dolore e lacerazione che soffocano, al di là della bandiera e sempre spunto di attualità.

Due le sezioni del premio: narrativa e poesia, suddivise in categoria adulti e studenti. A cui si aggiungono la menzione speciale intitolata alla prof.ssa Valeria Fanelli, la menzione Giuria Popolare, ed il Premio per le Scuole Secondaria di Secondo Grado che parteciperanno con più studenti.

Ricordiamo che il Premio – ideato, promosso e organizzato dall’Associazione culturale “Crêuza de mä – Pietracatella” –seleziona componimenti in narrativa e versi ispirati ad un’immagine tratta dal repertorio del cantautore genovese.
I componimenti possono essere inviati entro il 31 dicembre 2022 e saranno selezionati da un comitato scientifico composto da professori e personalità esperte nel campo della poesia e della prosa, oltra che da una Giuria popolare, i cui nomi saranno resi noti entro metà dicembre.

Il progetto, nato nel 2014 da un’idea di alcuni cittadini di Pietracatella (CB), ha visto nelle diverse edizioni una numerosa partecipazione da tutto il territorio nazionale: sono oltre 1000 le opere pervenute in questi otto anni di edizione del premio raccogliendo una varietà di componimenti in prosa e poesia ispirati ai valori ed alle immagini evocate dalle canzoni di Faber come testimonianza di una riflessione sociale e storica ancora viva, e rappresenta uno tra i principali obiettivi del progetto proposti dall’Associazione culturale “Crêuza de mä – Pietracatella”.

Il concorso gode del patrocinio morale della Fondazione Fabrizio De Andrè Onlus per la manifestazione finale, e nelle diverse edizioni ha avuto il patrocinio del Premio De Andé “Parlare Musica”, della Regione Molise, del Comune di Pietracatella, hanno partecipato l’Istituto di Istruzione Superiore M. Pagano di Campobasso (del Liceo Scientifico “G. Galilei” di Riccia), la Scuola Primaria e Secondaria di Pietracatella, dell’Istituto Comprensivo di S. Elia a Pianisi, con la collaborazione della Pro Loco “Pietramurata” e della Fondazione Molise Cultura, dell’Università di Siena – Dipartimento di Scienze Storiche e dei Beni Culturali, del Teatro del Loto.

Potrebbe interessanti anche:

La Caritas di Trivento in soccorso ai terremotati della Turchia e Siria. Stanziati 5 mila euro e avviata la raccolta fondi

La Caritas di Trivento in soccorso ai terremotati della Turchia e Siria. Stanziati 5 mila …