Scintille, tra il Terzo Polo e il Partito democratico in vista delle future alleanze per le elezioni regionali. Ai vertici locali di Azione ed Italia Viva che compongono il Terzo Polo non sono piaciute le dichiarazioni del segretario regionale dei Democratici, Vittorino Facciolla, che vanno nella direzione di un accordo con il Movimento Cinque Stelle. “Speriamo che il Pd rinsavisca e ritrovi il senso di una politica costruttiva – hanno commentato, in una nota congiunta, i due leader regionali di Azione ed Italia Viva, rispettivamente Luigi Valente e Donato D’Ambrosio – I Cinque Stelle hanno già dimostrato quanto valgono”. Il Terzo Polo fa sapere a chiare lettere che con il Movimento Cinque Stelle non potrà mai esserci un accordo, perché, ha sottolineato Valente, anche in caso di vittoria, si creerebbe una maggioranza che avrebbe vita breve. Per questo motivo Azione e Italia Viva lanciano l’ultimatum al Pd: o con noi o con i pentastellati. “Antonio Federico dice di chiudere una porta che sa benissimo di non essere mai stata aperta – ha sottolineato il Terzo Polo – In Molise i Cinque Stelle hanno disatteso tutte le promesse fatte, si sono alleati con tutti pur di tenere gli stipendi e quando oggi dicono che hanno valori diversi dai nostri è l’unica cosa giusta che affermano. Noi crediamo nella competenza, nel lavoro, nella solidarietà civile e nell’efficienza della pubblica amministrazione. Loro pensano di recuperare voti con l’assistenzialismo”, è l’attacco durissimo di Azione ed Italia Viva che infine lanciano l’appello al Pd: “Lavoriamo per un progetto di ampio respiro per i molisani, in discontinuità con la Giunta Toma, che va superata e chiamiamo a raccolta le migliori risorse del territorio. Pensare a campi larghi, che alla fine significano campi vuoti di contenuti – ha concluso il Terzo Polo – vorrà dire condannare la regione o a governi incompetenti o a governi come quelli attuali”.

Potrebbe interessanti anche:

Borsa internazionale del turismo 2023. Il Molise in vetrina a Milano

Appuntamento per il Molise alla Bit di Milano, la borsa internazionale del turismo che si …