Il solo dato italiano dà la dimensione drammatica di un fenomeno che purtroppo non accenna a deflettere, quello della violenza sulle donne. Sono 104 i femminicidi da inizio anno, uno ogni tre giorni. Questa la fotografia agghiacciante che fa da sfondo alla Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne istituita dalle Nazioni Unite e che oggi viene celebrata in tutto il Mondo. A Campobasso il tema è stato oggetto, tra gli altri, di due appuntamenti. Presso la sede regionale della Cgil i riflettori si sono accesi sulle molteplici forme che assume la violenza, come quella raccapricciante che discrimina sotto il profilo della maternità nei luoghi di lavoro. I lavori si sono aperti con un pensiero rivolto alla lotta delle donne iraniane per il riconoscimento dei diritti fondamentali della persona.

In Consiglio regionale protagonisti della campagna di sensibilizzazione sono stati i bambini, spesso testimoni incolpevoli di quella tra le più perniciose forme di violenza: quella domestica. Violenza assistita, ovvero della quale si è testimoni, come sottolinea la garante regionale per i diritti della persona, Paola Matteo.

Tra i protagonisti dei lavori in Consiglio regionale, il Comune di Pietrabbondate rappresentato dal Sindaco, Antonio Di Pasquo.

Potrebbe interessanti anche:

Sanità privata, a rischio chiusura Villa Maria. Blocco dei ricoveri e personale in cassa integrazione

E’ un vero e proprio effetto domino quello che sta investendo la sanità privata moli…