Pazienti dai Pronto Soccorso di Isernia e Campobasso trasferiti al reparto medicina del Caracciolo di Agnone. È la soluzione adottata per evitare che malati cronici siano costretti ad attendere diverse ore nelle astanterie prima che si liberi un posto letto all’ospedale Cardarelli o al Veneziale. Proprio per garantire maggiore efficienza, è atteso ad Agnone l’arrivo di due nuovi medici.

Intanto, il Pronto Soccorso di Isernia continua ad andare avanti con grandi difficoltà. Nei prossimi giorni, è prevista una nuova riunione del personale sanitario dopo l’annullamento della precedente. Medici e infermieri decideranno sull’ipotesi di una dimissione collettiva per dare un forte segnale di protesta nei confronti dei vertici della sanità regionale.

Potrebbe interessanti anche:

Offriva servizi streaming a prezzi stracciati, a processo 37enne iserinino

Offriva in maniera fraudolenta servizi di streaming a prezzi stracciati. Sarebbe questa l’…