Riprendere la marcia. E’ questo l’obiettivo del Circolo La Nebbia Cus Molise che domani pomeriggio affronta al Palaunimol il Città di Massa (inizio fissato alle ore 16). I rossoblù, reduci dal ko nel recupero contro  l’Ecocity di mercoledì sera, il primo stagionale, vogliono dimostrare che quello con i laziali è stato un semplice incidente di percorso in un cammino fino ad ora eccellente. L’ultima sfida giocata in ordine di tempo ha privato i campobassani di due pedine importanti, Di Stefano e Triglia. Entrambi sono stati costretti ad abbandonare il confronto a fine primo tempo per infortunio e saranno ai box domani pomeriggio. Bisognerà quindi stringere i denti e cercare di portare a casa il successo per restare in alto in classifica. I toscani arrivano nel capoluogo da fanalino di coda del girone B ma la posizione non deve ingannare perché nell’ultimo turno Dodaro e compagni hanno avuto ragione della Lazio conquistando così il primo successo stagionale. “Vogliamo tornare al successo ma non si pensi al classico fanalino di coda dei gironi di serie A2  – spiega alla vigilia il tecnico Sanginario – perché nell’ultimo turno ha battuto la Lazio terza in classifica. Continuiamo a pensare che sia un campionato di altissimo livello quindi dobbiamo essere concentrati. Ci attende una gara complicata. Paradossalmente era più facile quella contro l’Ecocity nella quale le motivazioni si trovano da sole. Lo ha dimostrato anche il pubblico con il Palaunmol gremito in ogni ordine di posto. Invito tutti i nostri tifosi a tornare numerosi perché c’è bisogno anche del loro calore per riassaporare i tre punti”. Il pensiero del tecnico va poi alla gara giocata mercoledì. “Abbiamo disputato un grande primo tempo – sottolinea – poi nella ripresa, siamo stati svantaggiati da qualche episodio e giocando con il portiere di movimento, si sa, è una lotteria. Loro avevano una batteria di elementi che entrava proprio per contrastare la nostra superiorità numerica in mezzo al campo, hanno vinto meritatamente la partita”. Al di là dei tre punti lasciati sul campo il rammarico più grande per il tecnico è un altro. “Abbiamo perso due pedine importanti, Di Stefano e Triglia, quindi al danno si è aggiunta la beffa. Solitamente chi scende in campo per sostituire gli assenti, non li fa rimpiangere. Mi auguro che anche domani sia così”. Arbitri – Dirigeranno la contesa i signori Onesti di Pescara e Bomboletti di Città di Castello. Il crono sarà Ujkaj di Foligno.

Potrebbe interessanti anche:

Nuoto, H2O Sport, crescita costante e grandi riscontri dalla seconda tappa della Molise Winter Tour

Riscontri ampiamente positivi nella seconda tappa della Molise Winter Tour per gli Esordie…