Troppa Sambenedettese per il Termoli, un punto guadagnato per il Matese contro un Vastogirardi che avrebbe meritato il successo. In questo modo possiamo riassumere il weekend di campionato andato in archivio. Dodici giornate ed il Termoli ancora non riesce ad ottenere la prima vittoria stagionale. Dopo sei pareggi consecutivi è arrivata la netta sconfitta al Riviera delle Palme di San Benedetto del Tronto. Tre a zero in favore della squadra di casa sulla cui panchina è tornato a sedere mister Alfonsi, esonerato ad inizio ottobre e richiamato nella speranza di risollevare le sorti della Samb dopo la sconfitta di Vasto, che ha segnato la fine dei rapporti con Fabio Prosperi. Bisogna ammettere che il risultato finale è troppo pesante per il Termoli, la partita è stata ben giocata dai ragazzi giallorossi specialmente nel primo tempo terminato a reti inviolate e nel quale gli adriatici hanno creato due buone occasioni da gol. Nel secondo tempo è salito in cattedra Cardella che con una doppietta ha indirizzato il match, due gol di pregevole fattura che hanno messo in mostra tutto il suo repertorio e che hanno consentito di rompere l’equilibrio di una partita ostica. Peccato perché il Termoli è stato presente sul campo con la testa e con ottime trame di gioco, una sconfitta che fa male ma che testimonia i notevoli passi in avanti fatti da una squadra molto giovane rispetto ad inizio campionato. Andare al Riviera e imporre per buona parte del match il proprio gioco non è da tutti, da questo deve ripartire mister Esposito che al termine della partita ha fatto anche il punto sul mercato di dicembre. La società sa quali sono le necessità e le richieste dell’allenatore e farà di tutto per accontentarlo e potenziare la rosa con l’obiettivo di risalire la classifica. Prima del mercato, però, c’è la partita contro il Montegiorgio, un crocevia fondamentale in ottica salvezza. Nella giornata di lunedì anche il Presidente è stato vicino alla squadra facendo sentire la propria fiducia e chiamando a raccolta l’intero ambiente termolese.

Un punto che accontenta più il Matese che il Vastogirardi, questo è quanto emerge dalla sfida del Di Tella. Gli uomini di Urbano sono soddisfatti del pareggio conquistato soprattutto alla luce delle tante assenze nel reparto avanzato, Napoletano squalificato, Esposito fermato da uno stiramento e Salatino a mezzo servizio. Un pareggio accolto con entusiasmo e che consente di proseguire la striscia di risultati utili che dura, ormai, dal nove ottobre e che ha portato in dote ben diciassette punti in sette partite. In settimana saranno valutate le condizioni del fantasista di San Martino in Pensilis, lavoro serrato in tandem con lo staff sanitario, l’obiettivo è quello di cercare il recupero lampo di Esposito per la gara interna contro la Vigor Senigallia che viaggia a gonfie vele dopo la vittoria nello scontro diretto contro il Fano. Una partita che promette spettacolo, sicuramente un avversario in ottimo stato di forma e scomodo da affrontare, ma il Matese ha intenzione di accorciare sulla zona play off e in tale ottica gli scontri diretti hanno un peso specifico elevato.

Manca ormai da troppo tempo la vittoria in casa Vastogirardi e, precisamente, dalla sesta giornata di campionato datata nove ottobre. I numeri nel calcio sono importanti e testimoniano una duplice marcia della squadra alto molisana. Nelle prime sei di campionato i giallo blu hanno raccolto tredici punti, nelle seconde sei soltanto cinque. Il dato positivo è che in questo periodo di leggera flessione il Vastogirardi ha concesso pochi punti alle altre squadre infatti ha perso solo una volta, contro la Vastese, e ha collezionato ben cinque pareggi a testimonianza di una squadra compatta e tatticamente preparata. Il dato negativo è l’evidente involuzione sotto porta, le partite sono state giocate sempre a buoni ritmi e con un’ottima intensità ma le occasioni da gol sciupate cominciano ad essere tante rispetto alla mole di gioco prodotta dalla squadra di Coletti. Fondamentale sarà recuperare lucidità ed un po’ di concretezza negli ultimi metri, il calendario prevede un doppio turno in trasferta, il primo contro l’Avezzano. Cinque gare da qui alla pausa natalizia, tre in trasferta e due in casa, per cercare di incrementare il bottino di punti e vivere la sosta nella massima serenità.

Potrebbe interessanti anche:

Calcio, Eccellenza, il Venafro accede alle semifinali di Coppa Italia. Clima di smobilitazione per l’Aurora Alto Casertano

Completato il quadro delle semifinaliste di Coppa Italia. Passaggio del turno per il Venaf…