Potrebbe essere la settimana decisiva per il piano operativo della sanità che ormai un po’ tutti chiedono di sospendere e di rivedere.
Da qualche giorno sul tavolo dei ministeri della Salute e dell’Economia, deputati a indirizzare le scelte in materia sanitaria del Commissario ad acta, che in Molise veste gli stessi panni di Governatore, c’è la mozione approvata in consiglio regionale nella quale di chiede proprio la sospensione del Pos, scritto dallo stesso Toma, ma che sia il presidente della Regione che la maggioranza che lo sostiene hanno in qualche modo stoppato.
Dopo i consigli comunali dei centri maggiori, che hanno assunto una posizione critica nel progetto sanità dei prossimi tre anni, da Termoli arriva un appello ai sindaci della costa affinché convochino al più presto i consigli dei loro comuni e approvino documenti che vadano in quella stessa direzione.
Una manovra bipartisan, visto che l’invito che arriva da Termoli ha la matrice dei gruppi di centrosinistra del palazzo Comunale
Una presa di posizione così ampia e di diverse colorazioni politiche – è il giudizio dei gruppi consiliari di minoranza – significherebbe dare forza alle richieste che scaturiscono anche dalle voci dei cittadini, i principali portatori di diritti e di interessi, quando si parla di sanità – fanno sapere gli esponenti della Rete della Sinistra Termolese, Movimento 5 Stelle, Pd e la lista civica Vota per te.

Potrebbe interessanti anche:

Inchiesta riciclaggio a Molise, consiglieri di minoranza chiedono incontro al Prefetto

“Siamo preoccupati per quanto sta accadendo nella piccola comunità di Molise, per questo a…