Il Governo stanzia 14,5 miliardi di euro per famiglie e imprese a fronte del caro energia. La maggioranza vota compatta il provvedimento mentre PD e M5S si girano dall’altra parte. E’ quanto accaduto in Senato nel corso delle esame e della votazione per il DL Aiuti Ter. A denunciare gli interessi di bottega che hanno prevalso su quello che è un tema drammatico che investe milioni di cittadini e decine di migliaia di famiglie, è il senatore molisano del Centrodestra, Claudio Lotito.

Le emergenze del Paese vanno affrontate con urgenza senza badare ai singoli interessi di partito. Mi meraviglia come dai banchi del Senato l’opposizione PD e 5Stelle abbia taciuto votando l’astensione e non si sia schierata per la difesa degli interessi dei cittadini”, queste le testuali parole del senatore che ricorda alle due forze politiche di opposizione la posizione diametralmente opposta assunta quando erano entrambe parti del Governo Draghi. All’epoca, ricorda Lotito, la loro fu una battaglia feroce per la conversione del decreto. Adesso che il vento è contrario, rincara il senatore, le opposizioni nascondono la testa sotto la sabbia.

Solo grazie al senso di responsabilità di Forza Italia e del Centrodestra – conclude Lotito – è stato e sarà possibile far fronte alle emergenze del Paese.

Lunedì prossimo Claudio Lotito sarà in Molise per una fitta agenda di avvenimenti, a partire da un incontro col presidente Toma sul tema Sanità. Poi una serie di appuntamenti col mondo dell’impresa e del lavoro e una serie di interlocuzioni istituzionali sulle emergenze del territorio.

Un lavoro preparatorio importante che va nella direzione dell’annunciato Decreto Molise.

Potrebbe interessanti anche:

Autonomia differenziata, Lancellotta e Della Porta: “Non si crei allarmismo, la riforma ha l’obiettivo di una maggiore responsabilizzazione per tutti”

Sull’autonomia differenziata delle regioni riceviamo e pubblichiamo una nota dell…