“Il Gip affidandosi alle dichiarazioni dei Nas, ha ritenuto che in regione i posti letto di terapia intensiva erano 39 e sono stati correttamente comunicati. Peccato che a smentire questi dati i siano stati gli ispettori mandati dal ministero che oltre a mettere in discussione il numero dei posti letto hanno evidenziato la mancata creazione dei 14 posti letto concessi al Molise per l’emergenza civid e tuttora non costituiti”. E’ quanto afferma il comitato dei familiari delle vittime del covid in Molise, attraverso l’avvocato Enzo Iacovino, commentando l’archiviazione di una delle inchieste sulla gestione dell’emergenza covid in Molise. “Adesso verificheremo attentamente il provvedimento – aggiunge il legale – e si deciderà il da farsi in attesa del processo madre fissato a gennaio del prossimo anno per valutare le gravissime responsabilità prospettare dal Comitato che, opponendosi alle richieste di archiviazione avanzate dalla Procura, ha indotto quest’ultima a rivedere e ad approfondire diverse questioni tanto da fare diversi stralci che hanno dato luogo ad altrettanti procedimenti”.

Potrebbe interessanti anche:

Bufere di neve e visibilità ridotta in Alto Molise, ma i turisti non si scoraggiano

La neve è tornata a cadere anche in provincia di Isernia, precipitazioni più abbondanti in…