La cucina molisana per una sera si fonde con quelle siciliana e francese. E’ l’idea alla base dell’evento che si terrà lunedì prossimo 14 novembre a Cercemaggiore. “In un mondo che troppo spesso si divide e si scontra – spiegano i promotori dell’iniziativa – , per fortuna che c’è la buona tavola a darci la possibilità di unirci. L’unico ‘contrasto’ che cerchiamo è infatti quello tra i gusti, frutto di ricerca e sperimentazioni”. La serata evento si terrà al Contrasto Restaurant, in ‘casa’ dello chef Lucio Testa, che proprio in nome della capacità della cucina di contaminarsi con altre culture ha voluto proporre una “cena a sei mani” con due chef provenienti da due territori diversi.  I sapori molisani di Testa si confronteranno così con la cucina francese di Bernard Fournier, chef stellato del ristorante Da Candida di Campione d’Italia nonché uno dei maestri del Foie Gras, e con la rivisitazione della cucina siciliana di Giovanni Croce, uno degli chef emergenti in Ticino che, dopo anni a fianco di grandi chef come Alain Ducasse, Carlo Cracco e lo stesso Fournier sta lavorando a un nuovo progetto. Un viaggio inusuale: otto tappe dove saranno le materie prime ad essere protagoniste, accompagnato dalle cantine delle regioni coinvolte e dai loro vini. Ospiti del viaggio culinario, dove le materie prime delle tre realtà territoriali saranno le protagoniste, saranno esperti del settore e giornalisti, oltre a una sezione della sala lasciata a disposizione per le prenotazioni dei clienti.

Potrebbe interessanti anche:

Bufere di neve e visibilità ridotta in Alto Molise, ma i turisti non si scoraggiano

La neve è tornata a cadere anche in provincia di Isernia, precipitazioni più abbondanti in…