Al via la nona edizione del premio letterario nazionale ”Creuza de ma, Fabrizio De Andrè”. Come ogni anno il premio,  ideato, promosso e organizzato dall’Associazione culturale “Creuza de ma di Pietracatella”  seleziona componimenti in narrativa e versi ispirati ad un’immagine tratta dal repertorio del cantautore genovese. Il tema di questa edizione è tratto da “Andrea” (brano del 1978 scritto da De Andrè insieme a Massimo Bubola) e si ispira alla “Guerra degli uomini nel suo orrore di dolore e lacerazione che soffocano, al di là della bandiera e sempre spunto di attualità”.

I componimenti possono essere inviati entro il prossimo 31 dicembre e saranno selezionati da un comitato scientifico composto da professori e personalità esperte nel campo della poesia e della prosa, oltre che da una Giuria popolare, i cui nomi saranno resi noti nei prossimi mesi. Dalla scorsa edizione il premio si è arricchito anche della Menzione speciale intitolata alla professoressa Valeria Fanelli, originaria di Pietracatella con la passione per la musica, per l’arte, per il teatro e per De André, che donava tanto impegno nella scuola e nel mondo della cultura.

Il Premio De Andrè è suddiviso in tre categorie di partecipanti, studenti, cittadini italiani e Scuole secondarie di Secondo grado che potranno proporre le opere in due sezioni diverse: poesia e narrativa. Il progetto, nato nel 2014 da un’idea di alcuni cittadini di Pietracatella, ha visto nelle diversi edizioni una numerosa partecipazione da tutto il territorio nazionale: sono oltre 1.000 le opere pervenute in questi otto anni di edizione del premio raccogliendo una varietà di componimenti in prosa e poesia ispirati ai valori ed alle immagini evocate dalle canzoni di Faber. Il concorso gode del patrocinio morale della Fondazione Fabrizio De Andrè Onlus per la manifestazione finale, e nelle diverse edizioni ha avuto il patrocinio del Premio De Andé “Parlare Musica”, della Regione Molise, del Comune di Pietracatella.

 

Potrebbe interessanti anche:

Bufere di neve e visibilità ridotta in Alto Molise, ma i turisti non si scoraggiano

La neve è tornata a cadere anche in provincia di Isernia, precipitazioni più abbondanti in…