9.3 C
Campobasso
domenica, Marzo 3, 2024

Cadavere trovato in mare alle Tremiti, potrebbe essere quello della donna dispersa dopo l’alluvione delle Marche

Senza categoriaCadavere trovato in mare alle Tremiti, potrebbe essere quello della donna dispersa dopo l'alluvione delle Marche

Al momento le ipotesi sono tutte aperte. Ma dalla Procura della Repubblica di Foggia, competente per territorio, trapelano poche notizie.
Del corpo della donna ripescata al Largo delle Isole Tremiti non si conoscono ancora le generalità. Sono stati alcuni isolani a dare l’allarme, dopo aver avvistato il cadavere galleggiare da una barca. La Capitaneria di Porto di Termoli ha eseguito i primi accertamenti, poi, la salma è stata trasportata all’obitorio del cimitero di Vieste, sul Gargano, a disposizione dell’autorità giudiziaria.
Quello che è trapelato è che il corpo sarebbe in un avanzato stato di decomposizione, il che lascerebbe aperta la possibilità che possa trattarsi del cadavere di Brunella Chiù, la donna di 56 anni che è data per dispersa da più di un mese e mezzo. Da quando cioè, lo scorso 15 settembre la zona di Senigallia è stata travolta da una specie di ciclone che ha provocato un’alluvione che ha provocato devastazione nelle Marche e 12 vittime.
Le correnti avrebbero trascinato il corpo fino a di fronte al porto di Termoli, distante più di 120 miglia marine da quello di Ancona, la zona dove i fiumi del pesarese si riversano nel mare Adriatico. E Brunella Chiù era stata trascinata via dalla furia del fiume Nevola proprio la sera del 15 settembre, ricercata senza successo dai vigili del fuoco locali e dall’unità di comando da 48 giorni ininterrotti.
Nelle prossime ore la donna senza vita ripescata alle Tremiti verrà comparata con gli elementi a disposizione degli inquirenti marchigiani per accertare o escludere che si tratti della 56enne dispersa.

Ultime Notizie