Mancano meno di due settimane, il Molise si appresta a celebrare il ventesimo anniversario della tragedia che ha segnato la storia della regione: 31 ottobre 2002, ore 11,32 del mattino, una fortissima scossa di terremoto semina morte e distruzione a San Giuliano di Puglia e negli altri comuni della zona. Nel crollo della scuola Jovine muoino 27 bambini e la loro maestra. Tutto il mondo resta con il fiato sospeso per ore mentre i soccorritori scavano tra le macerie. Il prossimo 31 ottobre ci sarà solenne cerimonia al cimitero di San Giuliano alla presenza di tutte le autorità. Sarà presente anche il capo della protezione civile Fabrizio Curcio e sono state invitate anche le più importanti istituzioni nazionali. “La nostra comunità si avvicina a quella data con silenzio e riflessione”, ha detto il sindaco del paese, Giuseppe Ferrante. San Giuliano è stato protagonista di una imponente ricostruzione, il paese è completamente rinato e ci sono opere mastodontiche come la nuova scuola o come la piscina comunale. Un impianto che però quest’anno per ora – a causa del caro bollette – resta chiuso.

Potrebbe interessanti anche:

Torna il maltempo su tutta la regione: neve anche in collina e danni causati dal vento forte

Torna il maltempo su tutto il Molise. Dalla notte scorsa disagi per le nevicate e per il f…