Si svolgerà a novembre, a Macchia d’Isernia, la prima edizione del “Premio Ercole” riservato ai vini prodotti da aziende molisane ricadenti nelle Doc Molise, Biferno, Tintilia e Pentro.
La selezione punta a valorizzare la migliore produzione enologica regionale sdoganando, così, la tipicità e la qualità dei vini molisani rendendoli fruibili al grande pubblico. Un traguardo raggiunto grazie alla Pro Loco Maccla di Macchia d’Isernia che, alla fine dello scorso luglio, ha ottenuto l’autorizzazione da parte del Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali per l’organizzazione del Concorso “Premio Ercole” che si svolgerà il prossimo 21 novembre in stretta collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Macchia d’Isernia.

Le domande di partecipazione dovranno pervenire entro il 12 novembre inviandole a “Concorso Enologico Macchia d’Isernia Premio Ercole 2022 – c/o Comune di Macchia d’Isernia, Piazza Elena, 1 – 86170 Macchia d’Isernia”. Per ciascuna categoria di vini in concorso la Commissione esaminatrice assegnerà all’etichetta vincitrice il “Premio Ercole” consistente in una statuina di bronzo che rappresenta la figura di Ercole Sannita, oggetto votivo risalente al III secolo a.C e ritrovato, casualmente, negli anni ’80 nelle campagne di Macchia d’Isernia.

La giuria sarà costituita da Commissioni di elevato respiro nazionale composte da enologi professionisti e tecnici esperti come l’enologo Francesco Iacono, l’avvocato Floriana Risuglia specializzata in Diritto vitivinicolo e segretario dell’Ugivi, l’Unione giuristi della vite e del vino e la giornalista Flavia Rendina. Le valutazioni degli esami organolettici saranno espresse su apposite schede secondo il metodo di analisi sensoriale “Union internationale des oenologues” e la valutazione sarà eseguita con la cosiddetta “degustazione alla cieca”. Per avere ulteriori informazioni sul Concorso è possibile visitare il sito www.premioercole.it. La palla, ora, passa alle aziende molisane che dovranno saper cogliere questa grande occasione per far crescere sia la propria attività che l’intero comparto agroalimentare del Molise.

Potrebbe interessanti anche:

Edili: il Tar sospende il prezzario regionale, l’Acem scrive agli enti appaltanti

A seguito della sospensione del prezzario regionale delle opere edili disposta dal Tar Mol…