Dopo una telenovela di qualche ora, si è giunti a stabilire la sede di Campobasso – Gambatesa. Sarà il campo neutro del Poce di Riccia che vedrà opposti i ragazzi di Di Meo al Gambatesa di Corso. Un iter lungo per definire la sede, abbastanza farraginoso e singolare come meccanismo. L’ordine pubblico ha la sua importanza, ma forse a qualcuno sta sfuggendo il concetto che si tratta pur sempre di Campobasso 1919 – Gambatesa, valida per la seconda giornata del campionato di eccellenza. Va detto che la società rossoblu si è spesa molto negli ultimi tre giorni per trovare una sede utile. Quando tutto lasciava propendere per il Vitantonio di Ripalimosani, ecco un intoppo legato a motivi di ordine pubblico. Anche qui non è ben chiara quale possa essere la differenza reale fra il campo sportivo di Ripalimosani e quello di Riccia. La società ha tentato anche con altre strutture che non si sono rivelate idonee. Ad oggi ci si può augurare vivamente un ritorno immediato nello stadio cittadino anche se la gestione potrà passare nelle mani della società di Rizzetta solo a partire dal primo ottobre, come da comunicato del comune di tre giorni fa.

 

Nei giorni scorsi De Francesco, l’amministratore della società esclusa dalla Lega Pro ha svolto un sopralluogo con alcuni tecnici comunali per fare le ultime ricognizioni prima della riconsegna delle chiavi che avverrà il trenta settembre. Non presente Mario Gesuè che probabilmente non metterà mai piu’ piede a Campobasso. La società estromessa si è vista respingere nelle ultime ore un altro ricorso al Coni: quello contro la decisione di corrispondere all’ex tesserato Ferdinando Sforzini la cifra di 15.000 euro lordi ai sensi dell’accordo economico e della somma di 18.000 euro a titolo di indennità. Siamo giunti al sesto ricorso consecutivo perso.

Tornando al presente, domani rossoblu in campo per vincere e bissare il successo di Agnone. E’ come se domani i campobassani giocassero la seconda esterna consecutiva. Di Meo avrà a disposizione gli stessi effettivi. Chissà che non possa vedersi all’opera anche il difensore Di Bari in tribuna una settimana fa al Civitelle di Agnone. Nelle ultime ore la pagina Instagram del Campobasso ha notificato l’accordo con il classe 2004 Lombari, cresciuto nelle giovanili prima del Venafro e poi del Campobasso, la scorsa stagione il ragazzo è stato convocato diverse volte in serie C.

Potrebbe interessanti anche:

Calcio a 5, A2, Cln Cus Molise l’analisi del portiere goleador Oliveira: “Grande inizio di campionato da parte nostra, speriamo di continuare così”

Interventi decisivi e un gol realizzato nel finale di gara che ha fatto scorrere i titoli …