Campobasso 1919 – Gambatesa si giocherà in anticipo sabato con sede ancora da definire. Dopo una serie di difficoltà riscontrate per ragioni di ordine pubblico e di capienza imposte dalla Questura, la società rossoblu non ha ancora trovato la collocazione per la disputa della seconda giornata di campionato. Possibile l’utilizzo del Poce di Riccia, ma al momento ancora non c’è l’ufficialità. Una condizione sicuramente scomoda per tutte le componenti, dalla squadra ai tifosi, purtroppo l’esistenza della convenzione tra la vecchia società ed il comune di Campobasso ha impedito, per questa giornata, l’utilizzo dello stadio di Selvapiana. Il sindaco Gravina ha comunicato nella giornata di ieri di aver intrapreso l’iter per la consegna dell’impianto alla nuova società presieduta da Matt Rizzetta. Entro la fine del mese lo stadio tornerà nella disponibilità del comune che a quel punto girerà in modo “formale” le chiavi dell’impianto ai nuovi gestori. L’auspicio è che le pratiche possano essere più rapide possibili, anche perchè il manto erboso, tralasciato in questi mesi, non si presenta nelle migliori condizioni e servirà un periodo di circa venti giorni per rimetterlo in sesto. In questo modo l’esordio dei nuovi lupi nella tana di Selvapiana potrebbe slittare alla settima giornata di campionato, turno casalingo contro l’Ururi.

Detto questo la società è sempre al lavoro per definire la rosa a disposizione di mister Di Meo, centravanti e un ragazzo classe 2004, per chiudere il cerchio. In attacco sono diversi i profili al vaglio della società, di certo non bisogna assolutamente sbagliare il puntero in grado di far compiere il salto di qualità alla squadra. Per quanto riguarda le altre gare in programma l’Isernia riceve al Lancellotta il Castel di Sangro che ieri pomeriggio ha giocato il recupero della prima di campionato contro il Bojano. 1 a 1 il risultato al termine dei 90 minuti di gioco, al vantaggio abruzzese messo a segno da Cioffi, ha risposto Koulibaly per i matesini. Sempre ieri, i biancocelesti di De Bellis sono scesi a loro volta in campo nel recupero di coppa Italia, 2 a 0 il risultato finale al Lancellotta contro l’Aurora Alto Casertano, marcatori Mingione ed Ercolano, una gara molto nervosa con ben 4 espulsioni, due per parte. Nell’altro recupero di coppa Italia l’Olympia Agnonese ha superato il Roccaravindola con un pirotecnico 7 a 5, entrambe le squadre erano già eliminate dalla manifestazione tricolore. Infine, nessuna novità da Campodipietra, la squadra rossoblu dopo la rinuncia della prima giornata va verso il secondo forfait contro l’Aurora Alto Casertano. Ricordiamo che la prossima settimana si giocherà il turno infrasettimanale precisamente mercoledì 28 per recuperare lo slittamento del campionato di una giornata.

Potrebbe interessanti anche:

Cus Molise, domani il terzo Clinic Città di Campobasso. Capobianco: “Momento di confronto importante”

E’ in programma domani mattina presso la facoltà di Giurisprudenza, I Edificio Polifunzion…