gini Niente autopsia, concesso il nulla osta per la sepoltura ma sulla tragica morte di Alberto Guglielmi, l’uomo di 70 anni originario di Miranda, volato giù con l’auto dal ponte della tangenziale di Termoli, la Procura vuole comunque vederci chiaro, restano sotto sequestro sia la Fiat Sedici e sia quel breve tratto del viadotto dove il guardrail è stato divelto dalla dall’auto si è schiantata anche contro i new jersey di cemento. Un urto violentissimo prima di finire giù. Sui balconi dei palazzi a un centinaio di metri si sono riversati tanti cittadini sconvolti.

Gli accertamenti della Procura vogliono far luce sulle condizioni di sicurezza del cantiere Anas, vogliono verificare l’effettiva presenza di segnalatori e illuminazione a sufficienza, occhi puntata anche sul semaforo mobile che regola il traffico a senso alternato sul ponte Petrara, lì nella zona di Porticone.

Su quel viadotto i lavori non vedono la fine, innumerevoli le lamentele già da mesi degli automobilisti arrabbiati, esasperati. Più di una tragedia evitata fino al terribile e drammatico incidente di martedì sera, per Alberto Guglielmi non c’è stato scampo.

Potrebbe interessanti anche:

Wurstel con batterio, 75enne di Campobasso in terapia intensiva al Cardarelli

I lotti di wurstel individuati come responsabili dei casi di listeriosi sono stati già rit…