15.7 C
Campobasso
mercoledì, Febbraio 28, 2024

Calcio, Lega Pro, domani la pronuncia del Consiglio di Stato, Campobasso spera nel reintegro definitivo in serie C

SportCalcio, Lega Pro, domani la pronuncia del Consiglio di Stato, Campobasso spera nel reintegro definitivo in serie C

L’ultima trovata in ordine di tempo dei vertici di Lega Pro, costituirsi nel giudizio di domani contro il Campobasso, non è stata presa troppo bene da alcune delle sessanta società. Alcuni presidenti come Sebastiani del Pescara hanno lamentato di non essere stati informati della cosa. Ormai è una guerra aperta e dichiarata fra la federazione e la società rossoblu. Domani l’ultimo atto di una battaglia legale con cui si chiuderà o nel bene come ci auguriamo o nel male un capitolo durato quasi due mesi. Un periodo di tempo dedicato a tutti gli organismi che hanno rigettato l’iscrizione del Campobasso in serie C fino al Consiglio di Stato che lo scorso quattro agosto non solo ha sospeso l’attività della Lega Pro, ma è anche entrato nel merito della vicenda con un decreto monocratico che, se confermato domani dal collegio, porterebbe innanzitutto il Campobasso ad essere riammesso in Lega Pro, ma anche discreti disguidi nel sistema della concessione delle licenze nazionali. La Lega Pro dovrebbe poi ripensarlo nel suo complesso. Campobasso Potenza, ultima partita giocata il 24 aprile scorso. Con oggi sono quattro mesi ma, se possibile, sembra sia passata un’eternità. Studi di legali amministrativisti si riservano una certa fiducia sulla pronuncia di domani che avverrà da parte di un collegio di giudici e con la presenza dei legali della Figc. Non dovrebbe essere presente l’autore del decreto, professor Caracciolo, presidente della quinta sezione del Consiglio di Stato, che dovrebbe essere sostituito dal suo vice Lotti. La pronuncia potrebbe arrivare nel primo pomeriggio di domani. A livello sportivo, il presidente Ghirelli ha preannunciato una modifica al format del torneo, ma non alla composizione dei gironi già avvenuta.

Pochissime le voci dei politici a levarsi in favore del Campobasso. Fra queste, da annotare il comunicato di Gianluca Cefaratti, vice presidente del Consiglio regionale che in una lunga nota definisce il presidente della Lega Pro un grigio burocrate. Cefaratti condivide le linee guida espresse dal decreto di Caracciolo e sottolinea come un eventuale pronuncia di rigetto del Campobasso comporterebbe danni incalcolabili dal punto di vista sociale, economico ed occupazionale. Lo sport ed il calcio nel capoluogo del Molise non possono essere cancellati, chiude Cefaratti, per una rata pagata in ritardo. L’unica cosa che è rimasta intatta, identica, rispetto a quella gloriosa epopea calcistica è l’amore smisurato per la casacca rossoblù. Domani si discuterà anche il ricorso del Teramo. L’argomento sarà la richiesta di sospensiva inoltrata dai legali degli abruzzesi. Domani giornata delicata per Campobasso e Teramo, ma certamente anche per l’universo della Lega Pro che vede messe in discussione alcune certezze.

I nostri Network

Ultime Notizie

I nostri Network