Le Fiere storiche al santuario di Canneto soppresse, il Gruppo di minoranza “Insieme per Roccavivara” prende le distanze. Riportiamo di seguito la nota del gruppo consiliare di minoranza “Insieme per Roccavivara”. “Il 13 e il 15 agosto sono le date di due fiere che storicamente si sono svolte a Canneto ma che, per quest’anno, sono state vietate dal Sindaco di Roccavivara con ordinanza numero 28 dell’ 8 agosto 2022. Il motivo che ha spinto il Sindaco a vietare le fiere è l’esecuzione dei lavori di recupero e valorizzazione dell’area Canneto, lavori che ad oggi sembrano terminati visto che, da diverse settimane, il cantiere non è frequentato da operai. Nella stessa ordinanza il Sindaco precisa che: “non è stato possibile individuare altra area da adibire a fiera nella predetta località”. In via del tutto eccezionale e previa acquisizione delle necessarie autorizzazioni, le fiere, anche in modalità ridotta, potevano essere svolte nel “Parco della domenica”. Il 15 agosto con la fiera di Canneto è sempre stato per molti un momento di ritrovo, un momento per trascorrere in modo alternativo il Ferragosto e che, dopo il lungo stop a causa del Covid-19, rappresentava anche una sorta di ripartenza per Canneto stesso ma anche e soprattutto per alcuni commercianti e per le diverse attività, locali e non, che sono sempre state presenti con i loro prodotti. Un’opportunità persa dal Sindaco e dalla maggioranza, un’occasione per far rivivere un luogo che da molti viene considerato la “Perla del Molise”; un’occasione persa dagli amministratori che invece di adoperarsi per rendere fruibili zone alternative all’area fiera, hanno preferito nascondersi dietro un’ordinanza che sospendeva gli eventi. Meta di molti pellegrinaggi, Canneto merita un’attenzione e un decoro degno di una “Meraviglia d’Italia”, i visitatori presenti il 15 di agosto hanno trovato lo stesso Parco della domenica, il viale principale, le aree pic-nic e le aree antistanti il santuario con erba alta e incurate, non ultimo i servizi igienici chiusi. Eppure, nonostante il divieto per svolgere le fiere, l’amministrazione sapeva benissimo che comunque Canneto sarebbe stata meta scelta per trascorrere il Ferragosto ma soprattutto meta quotidiana di pellegrini devoti alla “Madonna di Canneto”. Il gruppo consiliare di Insieme per Roccavivara semplicemente prende le distanze da questi atteggiamenti di indifferenza per il luogo più importante della nostra comunità dal punto di vista religioso ma anche culturale tanto che nessuna iniziativa è stata svolta a Canneto da parte dell’amministrazione. Per questo ci vergogniamo e ci sentiamo in dovere di fare le nostre scuse, per quanto valore possano avere quelle svolte dal Gruppo di minoranza, a quanti in questi giorni hanno dovuto assistere ad uno spettacolo così indegno. Ringraziamo il Rettore e le autorità Religiose che, con spirito di sacrificio e nonostante l’indifferenza mostrata dalla nostra amministrazione, hanno accolto ed accolgono sempre i fedeli con grande spiritualità ed amore. Il gruppo consiliare Insieme per Roccavivara”.

Potrebbe interessanti anche:

Parcheggi a pagamento, tribunale dà ragione al Comune di Isernia

L’amministrazione comunale informa che il Tribunale di Isernia, con ordinanza dello scorso…