Le aule scolastiche trasformate in ambienti innovativi di apprendimento e la creazione di laboratori per le professioni digitali del futuro. Con queste finalità sono stati stanziati, per le scuole molisane del secondo ciclo oltre 10 milioni ed 800 mila euro, nell’ambito del Piano scuola 4.0. Sul sito del Pnrr Istruzione è stata pubblicata la ripartizione delle risorse per ogni singola scuola del Molise per l’attuazione del programma di innovazione didattica che a livello nazionale mette a disposizione, complessivamente 2,1 miliardi di euro. Nello specifico, per il Molise lo stanziamento prevede 7.114.260,23 euro per Next generation classrooms, le classi innovative, e 3.710.109,15 euro per Next generation labs, gli spazi per le professioni digitali del futuro. I fondi sono stati assegnati attraverso un piano di riparto nazionale, sulla base del numero delle classi di ciascuna scuola, con una riserva del 40% a favore degli istituti scolastici delle Regioni del Mezzogiorno. “Si tratta di un intervento trasformativo concreto della nostra scuola che stiamo realizzando nell’ambito del PNRR – ha spiegato il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi - il più grande di questo tipo mai realizzato, con risorse e tempi certi. In questi mesi abbiamo investito molto sul digitale – ha proseguito il ministro – Fra risorse PNRR e altri fondi europei si tratta di 4,9 miliardi messi a disposizione per cablare aule, formare docenti, portare la banda ultra larga a scuola, sostenere la digitalizzazione di segreterie e pagamenti legati alle attività scolastiche, innovare gli spazi didattici. Un lavoro che deve andare avanti per garantire una scuola al passo con i tempi a studenti e famiglie”, ha concluso Bianchi. A disposizione di ogni istituto ci saranno strumenti di accompagnamento, come il Gruppo di supporto al PNRR, costituito al Ministero dell’Istruzione e negli Uffici Scolastici regionali.

Potrebbe interessanti anche:

Wurstel con batterio, 75enne di Campobasso in terapia intensiva al Cardarelli

I lotti di wurstel individuati come responsabili dei casi di listeriosi sono stati già rit…