C’erano almeno un’altra auto e un pullman quando la Ypsilon di Asmir Battista e la Golf di Marco Di Palma si sono scontrate sull’Adriatica. Gli ultimi fotogrammi prima di quel violentissimo schianto sono stati vissuti anche da diversi testimoni.
E un paio di ragazzi che erano sull’autobus prima avrebbero dato l’allarme e dopo essere scesi si sarebbero perfino adoperati per spegnere il principio d’incendio provocato dai rottami delle due auto, utilizzando l’estintore in dotazione al pullman.
Alcuni di loro hanno in pratica assistito all’incidente costato la vita al giovane di Mirabello e al corriere di Ferrazzano. Entrambi morti pochi istanti dopo lo scontro frontale tra le loro auto. Nella Ypsilon anche due amici del 21enne: una ragazza che, trovata fuori dall’auto, ha riportato diverse fratture ed è ricoverata al Cardarelli di Campobasso e un ragazzo in prognosi riservata.
A Mirabello tutti conoscevano Asmir, come ha voluto sottolineare il sindaco Angelo Miniello, un ragazzo maturo, dedito al sociale, sempre disponibile e generoso ma soprattutto di un’educazione rara. Per questo il Comune, in accordo con la Scuola Calcio ha deciso di annullare l’evento in programma oggi.
Nel pomeriggio, intanto, sono fissati i funerali di Marco Di Palma. Sulla costa lo ricordano tutti per le sue consegne giornaliere come corriere. Ma il 48enne era molto conosciuto anche a Campobasso . L’ultimo saluto a Marco ci sarà alle 17 nella chiesa di Santa Maria Assunta a Ferrazzano dove risiedeva con la moglie Ileana e i due figli.

Potrebbe interessanti anche:

Wurstel con batterio, 75enne di Campobasso in terapia intensiva al Cardarelli

I lotti di wurstel individuati come responsabili dei casi di listeriosi sono stati già rit…