Il giorno della verità, il Tar del Lazio deciderà le sorti del Campobasso calcio. Dentro o fuori, non ci sono altre possibilità, i giudici amministrativi decideranno se concedere la sospensiva in attesa di entrare nel merito, in questa circostanza i lupi rientrerebbero nei ranghi di terza serie per mancanza di tempi tecnici, al contrario rigettare il ricorso del Campobasso, una condizione che decreterebbe la fine di ogni speranza di rientrare in serie C. Nessun appello, nessuna coda, la Lega Pro passa dalla decisione di oggi. La seduta è iniziata da poco più di un’ora, la decisione è attesa a breve, o al massimo nel secondo pomeriggio. Difficile ma non impossibile che la sentenza arrivi anche domani mattina, lo scorso anno ad esempio la Sambenedettese prese atto delle decisioni del Tar solo il giorno seguente, anche se le società ricorrenti lo scorso anno erano sei. Diverso il discorso di oggi, con la presenza a Roma solo del Campobasso e del Teramo. Abbiamo dato contezza di tutte le strade percorribili e delle soluzioni dopo la decisione del Tar, diverse ipotesi che abbiamo messo sul tavolo per ipotizzare il futuro. Oggi ci concentriamo su quella che sarà la decisione, uno step decisivo per il calcio campobassano. Le sensazioni? Da un lato la speranza che i giudici per la particolarità del caso Campobasso possano sospendere il giudizio, riammettendo di fatto i rossoblu in Lega Pro, dall’altro i precedenti negativi nel corso degli anni e una giurisprudenza che ha già deliberato in materia analoga. Questi i dati su cui basare le possibili ipotesi, che saranno chiarite una volta per tutte a breve dal Tar del Lazio.

Potrebbe interessanti anche:

EnergyTime Spike Devils, firma lo schiacciatore Enrico Scarpi

L’Energy Time Spike Devils Campobasso si è assicurata le prestazioni di Enrico Scarpi, sic…