Il gran caldo non concede tregua. Anche oggi Campobasso è tra le venti città italiano con bollino rosso. Già di prima di mezzogiorno il termometro segna 34 gradi, temperature molto al di sopra della media del periodo. Nonostante il caldo non si rinuncia ad una passeggiata in centro, per una chiacchierata tra amici, ma seduti rigorosamente all’ombra. Attorno alla fontanelle di piazza municipio dalla quale sgorga acqua fresca, c’è il via vai per un sorso dissetante. Anche gli animali soffrono a causa delle temperatura così elevate. Cosa c’è di meglio dell’acqua fresca da bere rigorosamente vicino alla bottiglietta e di un bagno veloce rigenerante? Ma a preoccupare non è solo il caldo in sé, che pure crea disagi soprattutto alle persone fragili ma l’assenza di piogge che sta mettendo a rischio le risorse idriche. In molte regioni i sindaci stanno firmando le ordinanze per razionare l’acqua. In Molise la situazione non sembra essere tale da prevedere questo tipo di provvedimento ma è chiaro che bisogna tutti fare un uso oculato dell’acqua. Una preoccupazione raccolta anche dalla chiesa molisana che, su invito dei vescovi delle quattro diocesi, oggi ha invitato a pregare per la fine della siccità che sta mettendo in ginocchio il settore dell’agricoltura. Un gesto di vicinanza a quanti lavorano nel mondo agricolo. Preghiere a parte, le previsioni annunciano l’arrivo della pioggia per la prossima settimana. Si torna finalmente a respirare.

Potrebbe interessanti anche:

A Poggio Sannita arriva la sagra di salsiccia e friarelli

Il 19 agosto 2022 dalle ore 20 a Poggio Sannita in via Parallela si terrà la sagra “…