Durante le ultime due stagioni estive caratterizzate dal Covid le spiagge erano diventate una sorta di bene rifugio per chi voleva comunque fare una vacanza, ma quest’anno i litorali della nostra penisola sembrano letteralmente “assediati” da turisti italiani e stranieri. Secondo un’indagine del Sindacato italiano balneari, in tutte le regioni i numeri di giugno rispetto al 2021 sono in crescita in alcune aree anche fino al 40 per cento. La costa molisana registra un più 15 per cento.
Tra gli stranieri si registra il ritorno di tedeschi, austriaci, svizzeri, polacchi, ungheresi, francesi e spagnoli. Anche le previsioni per luglio e agosto fanno sorridere: un grande segnale di speranza per l’economia del Paese e una vera e propria ‘boccata d’ossigeno’ per molte comunità locali.
I numeri sono da record, ”Gli imprenditori balneari, però, sono seriamente preoccupati – ha detto il presidente nazionale del Sib Antonio Capacchione – per il futuro e quello delle proprie famiglie a causa di recenti interventi legislativi ‘confusi e pasticciati’, come la confisca e la messa a gara delle aziende balneari che, con un contenzioso esteso e profondo, rischiano – dice ancora Capacchione – di distruggere un modello di turismo efficiente e di successo costruito in decenni di sacrifici da decine di migliaia di famiglie di imprenditori balneari”.
L’estate è ormai nel vivo, le temperature favoriscono la tintarella in spiaggia.

Potrebbe interessanti anche:

A Poggio Sannita arriva la sagra di salsiccia e friarelli

Il 19 agosto 2022 dalle ore 20 a Poggio Sannita in via Parallela si terrà la sagra “…