Capitano senza tempo. Per chi come Antonio Di Stefano, lo sport è prima di tutto una passione, gli anni che passano sono un aspetto secondario. Se si amano i colori che si indossano, la carta d’identità è sempre relativa. “Per me la prossima stagione è come se fosse la prima con il Cln Cus Molise – dice il numero sette dopo aver raggiunto l’accordo – in realtà vesto questa maglia da tantissime stagioni e ogni anno gli stimoli sono nuovi e diversi. Ogni nuovo inizio porta con se la voglia di continuare a migliorarsi per il bene del gruppo e quindi della squadra della mia città”.

La prossima sarà la quarta stagione del Cln Cus Molise in serie A2. A cosa si potrà puntare? A quanto pare cambieranno i regolamenti e questo renderà tutto più difficile. Chiaramente noi, come sempre, cercheremo di farci trovare pronti e proveremo a centrare la serie A2 Elité, traguardo non semplice ma neanche impossibile”.

L’anno scorso, in un girone C durissimo siete sempre stati in alto. Un biglietto da visita importante per il futuro. Concordi? Siamo stati inseriti in un girone incredibile con tantissime squadre forti ma ci siamo fatti rispettare. Giocarci i playoff e rendere la vita dura a formazioni allestite con un budget di molto superiore al nostro, è sicuramente un qualcosa di straordinario. Abbiamo una base importante sulla quale costruire anche il futuro. Chiaramente nello sport confermarsi è sempre difficile ma cercheremo di portare sempre in alto i colori di questa società, della città di Campobasso e di tutta la regione”.

Dal punto di vista personale cosa vuol dire per te indossare la fascia di capitano? E’ un onore ma anche un onere indossare la fascia di capitano e rappresentare il gruppo. Farlo con la maglia del Cln Cus Molise ha poi un valore doppio. Spero di riuscire a trasmettere ai miei compagni, soprattutto i più giovani, la voglia di mettersi in gioco e di lottare fino all’ultimo minuto per rappresentare al meglio questo club. Ci attende senza dubbio una lunga stagione, dovremo essere bravi ad affrontare le difficoltà che ci troveremo di fronte. In questo modo potremo toglierci certamente delle soddisfazioni, così come accaduto da diversi anni a questa parte”.

Potrebbe interessanti anche:

EnergyTime Spike Devils, firma lo schiacciatore Enrico Scarpi

L’Energy Time Spike Devils Campobasso si è assicurata le prestazioni di Enrico Scarpi, sic…