Da neo allenatore del Campobasso, Fabio Prosperi si ritrova una squadra che oggi potrebbe già disporre di sei, sette undicesimi titolari. Lo affermiamo sulla base, ovviamente, delle dinamiche della scorsa stagione. Il neo tecnico dal quale la piazza si attende anche qualche dichiarazione a mezzo stampa di persona, si siederà ad una tavola già imbandita in buona parte. Qualcuno andrà com’è stato il caso d Tenkorang, qualcun altro potrebbe rimanere nonostante il mercato come Liguori. La somma di queste componenti è per ora un Campobasso che forse ha bisogno di sette, otto giocatori di cui la quota prevalente dovranno essere under secondo le indicazioni societarie. Capitolo saluti: Dalmazzi continua, ma è una novità fino a un certo punto. Il difensore toscano aveva un biennale ma ha voluto comunque salutare la tifoseria via social chiosando: “ pronti a far gioire la piazza e a farvi divertire …” nel segno della continuità e del bel calcio, quello fatto vedere spesso e volentieri dalla squadra di Cudini. Esternazioni via social che fanno il paio con quelle di Mario Gesuè. La sua ultima apparizione pubblica risale a due mesi fa per congedarsi da Cudini. In quella circostanza abbiamo potuto registrare un patron che si spinse a proclamare un lupo piu’ ambizioso. Per ora non esistono motivi per pensare al contrario, anzi. Una percentuale maggiore di gol rispetto a quanto creato, e chissà la squadra dello scorso anno dove avrebbe potuto chiudere il campionato. Potrebbe essere pure questo il filo conduttore del mercato di Stefano De Angelis che passa in rassegna i rinnovi e strizza l’occhio al budget e ai predestinati che potrebbero fare gli interessi del cassiere del Campobasso come accaduto con Tenkorang.

Dalmazzi

In questo senso la dirigenza tiene sotto occhio la trattativa con Liguori, altro elemento forse un giorno destinato a salutare i colori rossoblu ed oggi con un altro anno di contratto. Nell’estate 2023 sarebbe in scadenza e libero di andare dove vorrà. In questo senso dobbiamo ritenere che la società rossoblu legittimamente sarà molto vigile nella prospettiva di valorizzare anche economicamente il giocatore. Quest’ultimo, in vacanza ad Ibiza, ha avuto modo di incontrare Dries Mertens con tanto di foto ricordo. Il Campobasso attinge dal Sorrento: chiusa la trattativa con il trequartista Francesco Pio Petito, classe 2002. E’ il primo tassello del Campobasso Lega Pro 2.0. Si tratta di un giovane cresciuto nelle giovanili della Casertana. Il Campobasso aveva adocchiato un altro 2002, Raffaele Virgilio salvo poi ripiegare ( si fa per dire) su Petito a causa di un mancato accordo. Il mercato dei cosiddetti senior non sarà ingente, ma comunque significativo. Un elemento o due elementi di valore possono certamente aiutare a spostare degli equilibri.

Potrebbe interessanti anche:

EnergyTime Spike Devils, firma lo schiacciatore Enrico Scarpi

L’Energy Time Spike Devils Campobasso si è assicurata le prestazioni di Enrico Scarpi, sic…