Nelle scorse settimane l’associazione “Prospera” aveva posizionato tra le strade del centro abitato di Poggio Sannita alcune particolari sedie colorate facenti funzione di fioriere. L’installazione artistica aveva trovato il suo spazio tra i vari “babaci” disseminati in paese frutto del lavoro di Fausta Mancini e Maria Porrone.

Sedie-fioriera: scoppia la polemica

Il posizionamento delle sedie a Poggio Sannita, però, non è stato ben visto da tutti i cittadini. Alcuni abitanti hanno palesato il loro disappunto ai membri di Prospera chiedendo la rimozione delle particolari fioriere. “Nessuno vuole criticare, anzi le iniziative per il paese vengono apprezzate. Però, se vengono messe sedie sui marciapiedi che impediscono di passare a piedi, che rischiano di essere urtate passando con la macchina e che impediscono agli anziani di appoggiarsi alle ringhiere, allora non credo sia una buona iniziativa per Poggio Sannita. – ha commentato un cittadino – Tutto questo, tra l’altro, senza avere un minimo di autorizzazione”.

Prospera costretta alla rimozione delle opere

Prospera ha da sempre ricevuto critiche e dispetti su ogni operato, ma ultimamente questi eventi si sono intensificati. A malincuore l’Associazione questa volta dovrà togliere/spostare le sedie perché non sono state gradite da qualcuno a causa di motivazioni assurde.” Questa la risposta dei membri del gruppo culturale alle contestazioni ricevute.

Potrebbe interessanti anche:

La termolese Grazia Lecce campionessa europea bikini fitness

Grazia Lecce è di Termoli. È lei la campionessa europea bikini fitness over 40. Un risulta…