La Procura di Campobasso ha chiesto l’archiviazione dell’indagine sull’uomo che nell’ottobre scorso fu trovato morto nella sua casa di Toro dopo essere rimasto coinvolto in una lite in un bar del paese. Per quell’episodio un 41enne di Campobasso è stato indagato con l’accusa di omicidio preterintenzionale. Secondo il medico legale il decesso fu causato da un edema polmonare e non dai colpi ricevuti. L’episodio risale al 13 ottobre scorso. Mario Miozzi venne trovato senza vita, con una ferita alla testa, all’interno della sua abitazione nel centro storico del paese dove viveva da solo. Otto mesi dopo, l’indagine su quella morte avvolta nel mistero è al capolinea: per la procura non ci sono stati reati e sul tavolo del giudice è arrivata una richiesta di archiviazione a carico dell’unico indagato per la morte del 65enne, accusato di omicidio preterintenzionale. La sera prima del ritrovamento senza vita del corpo di Miozzi era nello stesso bar frequentato dalla vittima. Ci fu una lite, uno spintone e una caduta a terra dell’uomo che poi tornò a casa da solo e morì poco dopo senza essere soccorso. A dare una svolta a tutta la vicenda è stato l’esito dell’autopsia effettuata dal medico legale Pietrantonio Ricci. Per quest’ultimo la causa del decesso fu un edema polmonare. Sul corpo il medico ha trovato le tracce dei colpi che Miozzi avrebbe ricevuto nel bar durante la lite, ma non li ha ritenuti così gravi da poter essere in qualche modo collegati al successivo malore che poi ha causato la morte. I familiari di Miozzi hanno ora ancora qualche giorno di tempo per decidere se opporsi alla richiesta di archiviazione, subito dopo il giudice prenderà la decisione finale. Tra i parenti del 65enne c’è delusione. La nipote dell’uomo, Amalia Miozzi, è convinta che – aldilà di quelle che sono state le cause della morte – suo zio poteva essere soccorso dopo la lite e il malore che aveva avuto già nel bar, come riferito anche da alcuni testimoni, ma nessuno dei presenti pensò di avvisare i parenti o di chiamare i soccorsi.

Potrebbe interessanti anche:

Il Covid torna a fare paura, 462 casi in Regione; 112 solo a Campobasso

Numeri che tornano a fare paura. Gli esperti parlano di varianti e di guardia ormai abbass…