Alla fine tutto è filato liscio. La macchina organizzativa ha funzionato nonostante la massiccia presenza di gente, arrivata da ogni parte del Molise e da fuori regione. Archiviata con numeri da record l’edizione 2022 del Corpus Domini di Campobasso. I festeggiamenti, tornati dopo uno stop di due anni imposto dalla pandemia, sono stati un vero successo. La sfilata dei Misteri è stata la grande attrazione, con gli Ingegni che hanno sfilato tra due ali di folla lungo le principali vie della città. E il sindaco Gravina, il giorno dopo, tira le somme ed esprime soddisfazione per i risultati raggiunti grazie anche all’impegno messo in campo da tutti, a cominciare dalla Polizia locale, che ha vigilato sull’intera manifestazione, passando per gli uomini della Sea che hanno lavorato ininterrottamente per tenere la città pulita.
Lunedì mattina, passata l’euforia, Campobasso si è risvegliata così: via tutte le bancarelle, strade tutte nuovamente percorribili. Resta ancora qualche transenna, in piazza Municipio. Lungo Corso Vittorio Emanuele si lavora per smontare le casette in legno.
I cittadini sembrano aver apprezzato l’organizzazione degli eventi legati al Corpus Domini: i due concerti a pagamento all’antistadio, gli spettacoli in piazza delle vittoria che hanno offerto musica per tutti i gusti e per tutte le età. Pure il luna park, tornato dopo tanti anni in via Quattro novembre , comincia a smobilitare. Alcuni operai al lavoro per smontare le prime giostre. Ancora poche ore e anche qui, l’ultimo segno della festa, sparirà.

Potrebbe interessanti anche:

Dopo due anni di stop dovuto alla pandemia, l’associazione Notti Mediterranee di Roccavivara presenta il programma delle iniziative 2022

Dopo due anni di stop dovuto alla pandemia, l’Associazione Notti Mediterranee di Roccaviva…