Assegnati dal Commissario ad acta alla Sanità, Donato Toma, gli obiettivi 2022 per il Direttore Generale dell’Asrem, Oreste Florenzano.

Sono sostanzialmente quattro le aree all’interno delle quali dovrà muoversi il responsabile dell’Azienda Sanitaria regionale: la medicina territoriale, la risposta clinica, le liste di attesa e le risorse economiche.

Sul primo fronte, quello della medicina territoriale, gli obiettivi posti dal commissario riguardano in prevalenza il settore della prevenzione focalizzata su alcuni aspetti in particolare: gli screening oncologici per i tumori della mammella, della cervice uterina e del colon retto. L’obiettivo prevede che gli screening effettuati superino il 50% della popolazione interessata. Sempre nel quadro della prevenzione c’è la vaccinazione antinfluenzale, che dovrà essere superiore al 75% della popolazione interessata C’è poi il tema della prevenzione alla pandemia, a partire dal piano del fabbisogno del personale, alla gestione dei pazienti, all’approvvigionamento de somministrazione dei vaccini.

Il secondo dei macro settori riguarda invece la gestione dei ricoveri con particolare riferimento ai casi di frattura del femore per gli ultra sessantacinquenni, ai parti cesarei, agli interventi per cancro alla mammella, ai casi di scompenso cardiaco e diabete.

Terzo settore è quello del monitoraggio delle liste di attesa e riduzione dei tempi di attesa, sia per le prestazioni ambulatoriali sia per i ricoveri in ospedale. La performance attesa in questo caso è il monitoraggio del 90% delle liste di attese.

Ultimo settore è quello legato alle economie e quindi alla riduzione dei costi, dei tempi di pagamento, del debito scaduto e della spesa farmaceutica.

Tutti gli obiettivi posti dal Commissario sono stati elaborati in conformità col piano di rientro dal debito sanitario.

 

Potrebbe interessanti anche:

Il Covid torna a fare paura, 462 casi in Regione; 112 solo a Campobasso

Numeri che tornano a fare paura. Gli esperti parlano di varianti e di guardia ormai abbass…